lunedì 31 gennaio 2011

MILITELLO: Calcio, Prima Categoria - Atletico Militello-Rari Nantes SR 1-1

L'Atletico Militello è fermato sul pari da un arcigno Rari Nantes che approfitta del primo tempo opaco dei giallorossi. Ospiti in vantaggio dopo quattordici minuti di gara con Raffaele Nocera che ribatte in rete una palla finita sul palo dopo una mischia in area. Il resto della prima frazione scivola con gli undici di casa che cercano di tamponare le folate offensive degli aretusei. Nell'intervallo mister Marino suona la carica ai suoi e al rientro in campo inserisce Salvatore Cannata per Luca Buzzotta. La pressione offensiva si concretizza subito con l'atterramento da dietro di Sebastiano Gurrisi in area: rigore netto che il "vecio" Mario Pisano non sbaglia. Al 64' Fausto Monteleone sfiora il raddoppio giallorosso con un colpo di testa che si stampa sulla traversa. Recriminano i padroni di casa in pieno recupero: al 91' Marco Lanza, in posizione regolare, aggancia una corta respinta di Stefano La Spada e gonfia la rete, ma per Cortese di Siracusa l'attaccante è in off-side. Tra gli ospiti buona la prestazione di Salvo Villardita, mentre nell'Atletico emerge la performance di Valerio Vaccaro. (*alma*)

sabato 29 gennaio 2011

MILITELLO: Conferenza sul futuro di Militello

«Siamo tutti responsabili del processo di degrado morale ed economico». Tuonano le parole di Nello Musumeci nel corso della prima conferenza programmatica sulla rinascita di Militello. Andato in scena ieri nel salone di rappresentanza del palazzo Laganà-Campisi l'incontro bipartisan, organizzato da La destra-As, ha sviscerato i principali temi e proposto ipotetiche soluzioni per far uscire la Città del Milite dalla situazione di impasse che sta attraversando. Per gli operatori economici, culturali e sportivi intervenuti occorre dirottare le forze sul "terziario" legato al turismo culturale e gastronomico, ma anche sull'importante presenza dell'ospedale, purtroppo ultimamente depauperato del reparto di ortopedia. Anche il bracciantato agricolo ha espresso le proprie perplessità. Diversi i contributi intellettuali giunti, tra gli altri, da Umberto Campisi (sistema museale), Giuseppe Cusumano (commercio), Lucio Gambera (sport), Mario Greco (ospitalità), Gino Ioppolo (politica), Paolo Lisciandrano (agrumicoltura), Giorgio Potenza (architetture) e Franco Virgata (difensore civico). (*alma*)

venerdì 28 gennaio 2011

MILITELLO: Giornata della memoria all'Isis V.E. Orlando

«Se è stato necessario istituire una legge per ricordare i genocidi perpetrati dai nazisti, evidentemente non conosciamo la nostra storia». Le parole di Egidio Pagano, dirigente scolastico dell'Isis "V.E. Orlando", tuonano in una aula magna gremita di studenti in occasione del "Giorno della memoria" celebrata ieri attraverso una conferenza ed immagini forti sullo sterminio operato dalla Germania nazista nel corso del secondo conflitto mondiale. «Qualcuno forse non ricorda, o non vuole ricordare», precisa il preside ai suoi alunni parlando del senso che dovrebbe avere nelle coscienze il 27 gennaio 1945, giorno nel quale le truppe dell'Armata Rossa entrarono nel campo di sterminio di Auschwitz Birkenau.
Nel corso dell'incontro, che ha visto la partecipazione di diversi amministratori comunali, un video con immagini shockanti realizzato dalle docenti Santa Cirnigliaro e Marisa Puce ha "gelato" la platea. Le fotografie realizzate nei campi di concentramento sono state commentate dal teologo don Gaetano Tomagra: «Proprio perché esistono immagini della shoah, la strage degli ebrei tocca le coscienze. Ma non dobbiamo dimenticare, ad esempio, la morte dei cristiani nel terzo secolo o il genocidio del popolo armeno». Un excursus storico sulla storia ebraica è stato proposto dal professore Giovanni Cavalli: «Per capire occorre conoscere. La storia ebraica nasce nella notte dei tempi. Dobbiamo anche essere consci che varie forme di razzismo sono sempre presenti». (*alma*)

giovedì 27 gennaio 2011

MILITELLO: Profanata la tomba Majorana

Cappella Majorana della Nicchiara al Cimitero (© Foto Alfonso Magno)Non conoscono sosta, a Militello, le azioni vandaliche compiute ai danni di tombe gentilizie ed antiche sepolture del cimitero. Questa volta a farne le spese è stata la storica cappella della famiglia Majorana della Nicchiara, che si aggiunge alla tomba dei nobili Reforgiato, derubata a novembre, e a due monumentini storici "visitati" neanche venti giorni addietro.
Nella notte tra sabato e domenica, ma la notizia è trapelata solo in queste ore, ignoti avrebbero scavalcato il muro di cinta del cimitero per raggiungere a colpo sicuro l'artistica sepoltura nobiliare dove sono conservate le spoglie dei maggiori esponenti della casata Majorana Cucuzzella, baroni della Nicchiara, tra i quali ricordiamo Benedetto Majorana presidente della Regione siciliana, da febbraio 1960 a giugno 1961, nella quarta legislatura.
Probabilmente i ladri erano alla ricerca, forse con un "metal detector", di monili od oggetti preziosi da loro ritenuti conservati nelle bare dei nobili. Per questo motivo i "soliti ignoti" non si sono curati di sfondare la porta di accesso all'antico sacello, rompere una lapide, estrarre la cassa e profanare così l'eterno riposo di Marianna Majorana Fiamingo, morta nel 1904 e prozia dell'ex presidente della Regione. La macabra scoperta è stata fatta domenica mattina da un operatore necroforo che, dal viale principale del cimitero, ha notato la bara adagiata sul pavimento della cappella. I carabinieri, intervenuti sul posto, non hanno potuto far altro che constare i danni e verificare che i resti della nobildonna erano mummificati, motivo per cui l'ufficiale sanitario Vincenzo Commendatore ha intimato al sindaco Antonio Lo Presti di adottare i necessari provvedimenti di polizia mortuaria. Mentre la bara e la cappella gentilizia sono state poste sotto sequestro, i carabinieri indagano contro ignoti per danneggiamenti e vilipendio di cadavere.
Amareggiato, Benedetto Majorana jr commenta: «Sono esterrefatto – ammette – per questo scempio. Cosa pensavano di trovare? Questo fatto si aggiunge ai tanti furti che negli anni ha patito la più bella cappella del cimitero. Servono maggiori controlli». Quest'ultimo evento mette a nudo la disarmante vulnerabilità delle aree cimiteriali, che nelle ore notturne diventano troppo spesso terra di nessuno: è fin troppo fresco il recente furto delle spoglie di Mike Bongiorno dal cimitero di Dagnente, sul lago Maggiore. (*alma*)

MILITELLO: Giornata della memoria all'Isis Orlando

Una conferenza per non dimenticare la shoah è prevista stamani nell'aula magna dell'Isis "V.E. Orlando" di contrada Piano Mole. Dalle 9 si celebrerà la "Giornata mondiale della memoria, per non dimenticare l'olocausto". Dopo alcune proiezioni sull'argomento curate dal professore Giovanni Cavalli, previsti interventi del teologo don Gaetano Tomagra, dei docenti Marisa Puce e Santa Cirnigliaro, del dirigente scolastico Egidio Pagano, del sindaco Antonio Lo Presti e dell'assessore alla Cultura Giuseppe Ragusa. (*alma*)

mercoledì 26 gennaio 2011

MILITELLO: Asilo nido, la protesta delle mamme

Si alza la protesta dei genitori dei bambini che dovrebbero frequentare l'asilo nido pubblico di Militello. Otto mamme hanno sottoscritto, infatti, una lettera aperta consegnata alle massime istituzioni comunali ed ai responsabili dei Servizi tecnici e sociali della Città del Milite. Il plesso scolastico di via XX Settembre, infatti, dal 2009 è chiuso per interventi di ristrutturazione che sarebbero virtualmente terminati lo scorso anno. Temporaneamente ospitati presso la succursale di via Concerie del comprensivo "P. Carrera", chiusa a settembre per problemi di vulnerabilità sismica, i bimbi non possono peraltro fruire della sede principale di viale Regina Margherita a causa della acclarata carenza di aule che costringe gli allievi delle medie alla esclusiva frequenza pomeridiana.
Negli ultimi mesi del 2010 un imprenditore locale, per accelerare i tempi di riapertura del "nido", si era accollato gli oneri della realizzazione della pavimentazione esterna della struttura, aderendo alle promesse istituzionali di una imminente riapertura (metà novembre) della scuola, ad oggi non avvenuta a causa per problemi di umidità in alcune stanze. È di questi giorni l'affidamento di urgenti ed ulteriori lavori di sistemazione che farebbero slittare di altri due mesi la promessa consegna del nido.
Le mamme sono così scese alle vie di fatto, con una prima lettera di protesta. Sonia Maria Cirnigliaro, Cettina Di Benedetto, Stella Alessia Iacobello, Sara Lardizzone, Manuela Riccioli, Gaetana Rubbino, Ingrid Scirè Scappuzzo e Alessandra Zaffarana nel chiedere notizie certe sulla riapertura dell'asilo, sulle graduatorie di accesso, su arredi e dotazioni educativo-ludiche, promettono una escalation di battaglie civili per la tutela dei diritti della "popolazione" infantile. Intanto diversi genitori si vedono costretti ad utilizzare i servizi di un asilo privato, la cui titolare risulterebbe "vicina" ad un assessore comunale. (*alma*)

martedì 25 gennaio 2011

MILITELLO: Volley, Rahl Butahi-SieFer 0-3

Con la vittoria a Regalbuto in casa del Rahl Butahi, prosegue la positiva avventura delle ragazze della Sie-Fer Militello nella terza giornata del girone ennese del campionato di prima categoria. Dopo il turno di riposo stabilito dal calendario, il sestetto della Città del Milite infligge infatti un indiscutibile quanto perentorio tre a zero ottenuto in meno di un'ora di gioco effettivo. Andate in campo senza la granitica guida di mister Agrippino Maggiore, la compagine militellese esprime nel primo set un gioco scintillante, operato con soluzioni tecnico-tattiche da manuale, lasciando al palo le deboli avversarie che riescono a collezionare solo otto punti. Nei set successivi l'orgoglio delle regalbutesi, fanalino di coda del torneo, unito ad un calo mentale della Sie-Fer, consente alle ragazze del coach Vitale di tenere a bada le ospiti senza però riuscire a superarle. Le azzurre di Militello, grazie alla ottima prestazione di Elena Campo, recuperano la concentrazione e nelle fasi conclusive del secondo e terzo parziale riescono a dominare aggiudicandosi così l'intera posta in palio. Altra gara della terza giornata: Leonforte-Tarblitz Enna 3-2. La classifica: Sie-Fer e Leonforte 6, Enna 4, Troina 2, Regalbuto 0. (*alma*)

domenica 23 gennaio 2011

MILITELLO: Parlamento della Legalita'

Educare alla legalità, alla dignità ed alla solidarietà sociale: questi i messaggi lanciati da Nicolò Mannino, presidente del Parlamento della legalità, con lo slogan "La legalità… lega l'Italia" e che ieri ha incontrato gli studenti dell'Isis "V.E. Orlando" di Militello e del liceo "E. Majorana" di Scordia. Il professore di San Cipirello (Pa), dal 1988 membro del coordinamento antimafia di Palermo e collaboratore del giudice Paolo Borsellino, promuove confronti culturali sulla legalità incontrando studenti, ascoltando parenti di vittime della violenza e insegnando ai mafiosi in carcere. Ai giovani ha voluto lanciare forti messaggi che possano aiutare a «distruggere la cultura sub-mafiosa. "Cosa Loro" – come la definisce Mannino non deve toccare i giovani. La scuola è palestra di vita. Non permettete che vi si rubi la dignità». Alcuni studenti, al termine dell'incontro, hanno approfondito i temi affrontati, lasciando a Mannino diversi messaggi scritti: «Questi sono per me i pizzini della gioia».
L'ambizioso progetto del "parlamento", giunto al decimo anno di attività, è stato fatto proprio dal militellese Ambulatorio antiusura e antiracket di Danilo Dambone: le due associazioni hanno siglato un protocollo d'intesa, preludio alla "fiaccola di luce" che partirà da Militello il prossimo 21 marzo in richiamo di tutte le vittime della violenza. «Dodici lumini – afferma Mannino verranno consegnati a chi si è messo in gioco a favore della cultura della legalità. Saranno presenti Franca Castellese, madre del piccolo Giuseppe Di Matteo ucciso dalla mafia, il portavoce del presidente della Costa d'Avorio e il responsabile della comunità di Malta». (*alma*)

sabato 22 gennaio 2011

MILITELLO: Ripulita la scarpata del ponte Iatrini

Un intervento di pulizia ha ridato parziale dignità al costone di appoggio del Ponte Iatrini lungo la provinciale 28/I ed a pochi chilometri del centro abitato militellese. Deturpata da quintali di rifiuti abbandonati da cittadini maleducati specializzatisi nel "lancio del sacchetto", la zona verde rurale era sotto la minaccia di una vera bomba ecologica ed a rischio di pericolosi incendi. Fortunatamente nella giornata di giovedì tre operai della Agesp (ditta che opera per conto di Kalat Ambiente), in servizio straordinario, hanno provveduto alla bonifica dell'area con un intervento mirato. L'operazione di pulizia è cominciata in tarda mattinata per concludersi, dopo circa quattro ore di lavoro, alle 16 e 30, a testimonianza della ingente quantità di materiale raccolto: plastica, lattine, giochi per bambini, vecchi televisori e rifiuti organici sono stati trasferiti in un autocompattatore con un lungo "passamano", data la particolare orografia del luogo. Mentre sul terreno rimangono ancora residui di spazzatura difficilmente asportabili senza l'ausilio di pale meccaniche, altri tratti della stessa strada ed altre provinciali di accesso a Militello presentano lungo i tragitti tracce di "ordinaria" inciviltà e maleducazione, proponendo un biglietto da visita non degno di una Città dichiarata dall'Unesco patrimonio dell'umanità.
La bonifica del Ponte Iatrini è scaturita da una iniziativa dell'assessorato comunale ai Lavori pubblici che dopo diverse segnalazioni inevase rivolte alla Provincia etnea, e dopo un nostro articolo pubblicato lo scorso 10 novembre, ha deciso di intervenire direttamente. Diffide per il corretto mantenimento del "verde" rurale sarebbero state inviate al proprietario del terreno su cui insisteva la discarica abusiva. A riguardo dei costi sostenuti per la bonifica della zona, l'assessore comunale Mario Barresi non esclude una rivalsa nei confronti dell'ente di Palazzo Minoriti, che a novembre aveva promesso di inviare operatori della Polizia provinciale per un sopralluogo. (*alma*)

venerdì 21 gennaio 2011

MILITELLO: Citta' di Militello, calcio a 5 femminile

Calcio a 5 femminile, Città di Militello (© Foto Alfonso Magno)Prosegue a Militello, per il secondo anno, l'attività di calcio a 5 femminile. Dopo il brillante quarto posto conquistato dalle ragazze dello Sporting nello scorso campionato provinciale organizzato dal Csi di Catania, la compagine si ripresenta con la denominazione "Città di Militello" e con la rosa arricchita di sette nuovi elementi che giungono dalle vicine Scordia e Palagonia per sopperire l'abbandono dell'attività agonistica di altrettante giocatrici. Il via al campionato è previsto per il prossimo 30 gennaio, sempre sotto l'egida del Centro Sportivo Italiano, ma con uno sguardo ai campionati Figc. Non ha dubbi l'esperto Enzo Carrera Nulla, tra i promotori del calcio femminile a Militello e nuovamente alla guida del quintetto: «Andando contro la volontà della dirigenza societaria ho spinto per la disputa di un secondo campionato Csi in modo da arrivare più preparati, nel 2012, al campionato federale. Un altro anno di esperienza non può che farci bene». Nicoletta Arancio, capitana del team azzurro, non nasconde gli obiettivi: «Miriamo al vertice della classifica, anche se giochiamo prevalentemente per divertirci e far divertire il pubblico che ci segue numeroso e per questo non vogliamo deluderlo come non vogliamo deludere il mister».
Con età media delle atlete di 24 anni, si va dalla più giovane di 14 anni alle più "mature" con 35 anni. Queste le giocatrici: Concetta Onorato e Simona Valenti (portieri), Mariella Anzauto, Alessandra Barone, Josephine Iacobello, Valeria Saporoso Berretta e Ausilia Terranova (difensori), Nicoletta Arancio, Giovanna Impallomeni, Rebecca Lo Tauro, Valentina Piticchio, Barbara Scirè Banchitta e Michela Sinatra (attaccanti). Franco Consolo è il preparatore atletico, mentre lo staff dirigenziale è composto da Giuseppe Cirinnà (presidente), Sebastiano Scicli (vice) Antonio Basso Reale (segretario), Nicola Campisi, Sebastiano Caruso e Danilo Montone. (*alma*)

giovedì 20 gennaio 2011

MILITELLO: Stato di fatto degli edifici scolastici

Si prospettano tempi lunghi il completamento dell'asilo nido comunale di via XX Settembre e dell'edificio "Bisicchia", quest'ultimo da destinare a dependance del Comprensivo "Carrera" per sopperire all'emergenza aule emersa con la chiusura della succursale dell'Atrio del Castello, che costringe gli studenti delle medie alla esclusiva frequenza pomeridiana.
Per il "Bisicchia" sono ormai tramontati i tempi promessi da Antonio Lo Presti: il primo cittadino, infatti, in diversi incontri e riunioni con i genitori aveva indicato nel 3 febbraio il giorno in cui la piccola struttura sarebbe entrata nella disponibilità della scuola. Invece in questi giorni il comune ha consegnato i lavori ad una ditta locale per interventi di pavimentazione e riadattamento dei locali per una spesa, comprensiva di oneri e progettazione, di 170 mila euro. L'assessore ai Lavori pubblici, Mario Barresi, dice: «Stiamo intervenendo sugli impianti elettro-termo-sanitari e sulle finiture interne ed esterne. Fra due mesi dovremmo riavere la struttura».
Per il "nido", chiuso dal 2009 per ristrutturazione, sono completamente saltate le rosee previsioni dell'assessore all'Istruzione Nicolina Messina, che fissavano nello scorso novembre la riapertura del plesso. «In questo caso – afferma sempre Barresi – stiamo completando la tinteggiatura ed intervenendo in alcune stanze per ovviare ad un problema di umidità realizzando apposti vespai per una spesa di circa 4 mila euro». Mentre l'amministratore garantisce che tra due mesi l'asilo dovrebbe tornare fruibile, diversi genitori sono obbligati da tempo a rivolgersi ai servizi di un asilo privato. (*alma*)

mercoledì 19 gennaio 2011

MILITELLO: Ospedale, chiusura ortopedia. Il malumore degli utenti

Il recente provvedimento di chiusura del reparto di ortopedia del "Basso Ragusa" di Militello ha innescato un vespaio di polemiche e malcontenti nel bacino di utenza del comprensorio del Sud Simeto. La decisione, disposta dall'assessorato regionale alla Sanità e dall'Asp etnea, ridimensiona di fatto i servizi resi dal nosocomio militellese che garantirebbe solo prestazioni ambulatoriali settimanali. Da lunedì scorso gli interventi in regime di urgenza vengono dirottati all'ospedale caltagironese "Gravina": gli sfortunati che necessitano di cure ortopediche più approfondite a cui deve seguire il ricovero, vengono "stabilizzati" al pronto soccorso militellese per poi essere trasferiti in ambulanza nella città della ceramica. Un medico fa sapere: «Al paziente non è data possibilità di scelta, essendo il Gravina la nostra struttura di appoggio. Qualora l'utente desiderasse servirsi di un'altro ospedale, dovrà provvedere autonomamente». Le lagnanze derivano dal fatto che le ambulanze devono percorrere la provinciale 28/II sino all'innesto con la "Ragusana", come conferma un cittadino: «Una strada piena di curve, con numerosi passaggi a livello ed insidiosa in condizioni meteo avverse».
La chiusura del reparto lascia grosse perplessità circa la promessa apertura del nuovo ospedale militellese, adiacente al "Basso Ragusa", i cui lavori sono virtualmente terminati ma la cui inaugurazione, che sarebbe dovuta avvenire lo scorso giugno, sembra ancora lontana dal concretizzarsi. (*alma*)

martedì 18 gennaio 2011

MILITELLO: Nuovi orari all'Agenzia del Territorio

Per uniformare e standardizzare gli orari di apertura al pubblico dei servizi catastali, l'Agenzia del territorio di Catania dal prossimo 1 febbraio sarà aperta solo al mattino, dal lunedì al venerdì (orario 8-12.30), con concomitanza di orario dei servizi resi in "front-office" dalla Conservatoria dei registri immobiliari e fissati dalle attuali disposizioni di legge. Solo eventuali esigenze oggettive e dimostrate potranno, previa intesa con altri enti territoriali, derogare in un secondo momento alla normativa, stabilendo aperture pomeridiane vincolate al permanere delle necessità.
La disposizione, firmata da Gabriella Alemanno, direttore centrale dell'Agenzia, nasce dalla volontà di omogeneizzare servizi ed orari, oggi differenziati nei vari uffici della Penisola, nell'ottica di una maggiore trasparenza verso gli utenti, il cui flusso nelle sedi dell'Agenzia è diminuito anche grazie all'attivazione di sportelli catastali decentrati gestiti dalle amministrazioni comunali ed alla possibilità che hanno cittadini e tecnici di utilizzare i canali telematici.
Nella sede di via Monsignor Domenico Orlando, gli utenti possono richiedere il rilascio gratuito di visure, mappe e planimetrie, mentre possono essere presentate istanze di modifica di dati catastali errati o domande (a pagamento) per la "voltura" degli immobili. Atti tecnici di aggiornamento e servizi ipotecari di ispezione e certificazione completano i "servizi" erogati dalla sede provinciale etnea. (*alma*)

MILITELLO: Asilo nido

I genitori dei piccoli frequentatori dell'asilo nido comunale verranno ricevuti, questo pomeriggio alle 17, dagli assessori Nicolina Messina (Istruzione) e Maria Gabriella Cannizzaro (Politiche Sociali). Nel salone di rappresentanza di palazzo Laganà-Campisi gli amministratori effettueranno il punto della situazione del plesso scolastico di via XX Settembre, chiuso da due anni. (*alma*)

MILITELLO: interruzione di energia elettrica

Una interruzione di energia elettrica interesserà, oggi, la zona del centro "amministrativo" della città. Numerose le zone intorno a piazza Municipio che dalle 8.30 alle 16.20 subiranno il "blackout" Enel a causa di lavori sugli impianti. (*alma*)

domenica 16 gennaio 2011

MILITELLO: Il sindaco incontra ex Asu e sindacato

Il futuro occupazionale dei lavoratori precari "Asu": questo il tema di un'assemblea svoltasi a Militello e che ha visto l'amministrazione comunale rispondere alle domande ed alle esigenze degli operatori del comprensorio, in rappresentanza di circa 6.500 unità attive nelle varie realtà locali della Sicilia. In una gremita sala conferenze del palazzo Laganà-Campisi, il sindaco Antonio Lo Presti ha espresso il sostegno e la solidarietà del Comune: «Scenderò in campo in prima persona per manifestare a fianco dei lavoratori», ha affermato il primo cittadino che ha anche annunciato l'intenzione dell'Ente comunale di utilizzare gli Asu ed i precari in attività di esternalizzazione di alcuni servizi comunali, in base ai meriti ed alle professionalità acquisite negli anni.
Francesco Taormina, del sindacato di base Alba, ha ribadito la necessità dell'avvio di una campagna di sensibilizzazione che renda coeso il bacino degli "articolisti" e dei precari utilizzati da comuni e cooperative. «Ho avviato una serie di incontri – dice il sindacalista – con le varie realtà locali per attivare una rete utile che sia pronta ad attivarsi in una forte rivendicazione nei confronti della Regione Siciliana». Nel corso dell'incontro sono giunti contributi da parte del vicesindaco, Nicolina Messina, e dell'assessore comunale alle Risorse umane, Giuseppe Cusumano. In previsione di ulteriori incontri a livello locale e regionale, Cristina Bellofiore è stata nominata delegata locale del sindacato Alba. Il prossimo martedì 18 gennaio, il coordinamento dei lavoratori si incontrerà nuovamente per discutere sull'organizzazione locale del movimento. (*alma*)

sabato 15 gennaio 2011

MILITELLO: Attivita' motoria per anziani

Attività motoria per quaranta persone over 60 (uomini) e over 55 (donne) è stata indetta dall'assessorato alle Politiche sociali di Militello per sei mesi, con frequenza bisettimanale e sedute di un'ora. Le istanze possono essere presentate sino al 18 gennaio agli addetti dell'ufficio servizi sociali del Comune. (*alma*)

giovedì 13 gennaio 2011

MILITELLO: Nuova acquisizione di libri in Biblioteca

Con un investimento di millequattrocento euro, pochi nei fatti ma tanti per gli striminziti bilanci comunali, la biblioteca "Angelo Majorana" di Militello si arricchisce di almeno cinquanta libri che vanno ad incrementare il "corpus" di quarantaduemila volumi in catalogo. È soddisfatto Giuseppe Ragusa, assessore alla Cultura: «Ci stiamo muovendo – afferma – in netta controtendenza di quanto avviene in altre realtà della Penisola, dove non si investe nel patrimonio librario, perché la cultura è il primo capitolo di bilancio che viene tagliato». La biblioteca comunale, che vanta preziosi incunaboli e "cinquecentine", aggiunge così diversi libri di varia tipologia per adulti e per bambini e ragazzi, nei confronti dei quali da tre anni è stato allestito uno spazio ludico-culturale appositamente attrezzato. (*alma*)

MILITELLO: Lavoratori ex asu

Un incontro tra il sindaco, Antonio Lo Presti, gli assessori Nicolina Messina e Giuseppe Cusumano, e i lavoratori ex Asu del comprensorio è previsto oggi alle 16 nella sede comunale. Il futuro occupazionale dei lavoratori senza contratto verrà discusso alla presenza di Francesco Taormina del sindacato Alba. (*alma*)

mercoledì 12 gennaio 2011

MILITELLO: Pro Loco, consegna attestati corso marketing

Corsisti corso Operatore MarketingStrategie turistiche sul territorio e valorizzazione dei beni culturali con riguardo alle attrattive eno-gastronomiche: questi gli obiettivi del corso per Operatore di marketing territoriale svoltosi nel piano nobile del palazzo Baldanza-Denaro di Militello ed organizzato dalla Jobbing Centre di Giarre in sinergia con la Pro Loco della Città del Milite. Il corso di ottanta ore, destinate a ventitre giovani e finanziato dalla Forma Temp di Milano, ha visto la docenza di Concetta Mercante per gli aspetti di storia, tradizioni locali e strategie di marketing, e di Giuseppe Cannata Galante, presidente della Pro Loco, in materia di sviluppo turistico e promozione enogastronomica.
Attestati di frequenza sono stati consegnati ai neo "operatori turistici" Vincenzo Alì, Concetta Anieri, Francesca Anieri, Giusy Arancio, Nella Barone, Rosario Chiarenza, Massimo Ciccone, Pina Cucuzza, Nella Falcone, Luana Fresta, Silvana Greco, Paola Lamicela, Manuela Linguanti, Concetta Lo Castro, Roberta Marchese, Seba Marchese, Antonella Mellone, Marta Messina, Nella Pisano, Daniela Sampieri, Agata Scirè Banchitta, Roberta Smecca e Carmen Sortino.
Soddisfazione è stata espressa dai docenti: «Prove sul campo le abbiamo sostenute in occasione della Sagra della mostarda e del ficodindia e del "pic nic" nella tenuta dell'Ambelia organizzato dal Cespos di Scordia». (*alma*)

martedì 11 gennaio 2011

MILITELLO: Interrogazione di Antonello ScirE' su Ztl

Non si placa la contestazione per la zona a traffico limitato di Militello: a diciannove mesi dalla sua istituzione, dopo le proteste dei commercianti si aggiunge anche una interrogazione presentata dal consigliere di opposizione Antonello Scirè Calabrisotto (Mpa) che ha rivolto le sue rimostranze al sindaco Antonio Lo Presti. Secondo il consigliere, che si rende portavoce di numerosi commercianti, via Angelo Majorana, piazza Vittorio Emanuele II e piazza Municipio, le uniche zone pedonalizzate della cittadina, subirebbero una forte penalizzazione ed una situazione di degrado economico e sociale che si rifletterebbe anche sulla limitrofa via Donna Giovanna d'Austra. «Una delle zone commercialmente più floride – dice Scirè Calabrisotto è stata ridotta alla stregua di un ghetto malfamato e solitario». Evidenziando che due "esercizi" sono già stati chiusi, nell'interrogazione vengono chiesti lumi in merito alle reali motivazioni che hanno portato l'amministrazione comunale alla istituzione della Ztl e se siano state effettuate verifiche e ricerche per accertare l'impatto sulle attività commerciali. «Chiedo inoltre – afferma il Consigliere – l'immediata sospensione del provvedimento prima che il danno economico diventi irreversibile».
Mentre sono discordi i pareri di chi è contrario alla Ztl e di chi, invece, vorrebbe vedere aumentate le strade percorribili solo a piedi, è fermo nelle sue motivazioni il Primo Cittadino: «Militello è stato riconosciuto dall'Unesco patrimonio mondiale dell'umanità. La zona pedonalizzata è un primo passo verso la valorizzazione del centro storico, così come già avviene in altre località europee». (*alma*)

MILITELLO: Consiglio comunale

La nomina del collegio dei Revisori dei conti è all'ordine del giorno del Consiglio Comunale che si terrà alle 19 nella sala convegni del palazzo Laganà-Campisi. (*alma*)

lunedì 10 gennaio 2011

MILITELLO: Furti e danni al Cimitero

Il cimitero di Militello registra gli ennesi atti vandalici e i furti perpetrati ai danni di antiche sepolture e "monumentini" storici. Verosimilmente nella notte tra sabato e domenica, secondo la segnalazione di alcuni cittadini che si sono recati al cimitero per onorare i propri defunti, ignoti si sarebbero introdotti nel sacro luogo nottetempo per agire indisturbati e lavorare con tranquillità all'asportazione di vetuste sculture realizzate ai primi del Novecento con la duttile pietra calcarea della contrada di Santa Barbara, alle porte di Militello. Almeno due monumentini che si affacciano sul viale principale del vecchio cimitero hanno subìto le attenzioni di attenti e precisi "chirurghi" che lontano da occhi "vivi" hanno reciso con precisione un angelo in pietra probabilmente utilizzando una sega elettrica collegata ad una vicina colonnina di erogazione di energia. Da un'altra stele, invece, gli stessi soliti ignoti, o forse altri, hanno staccato, questa volta senza precisione chirurgica, il viso di un putto lasciandone alla base alcuni frammenti. Gli scempi avvenuti nelle ultime notti si aggiungono al furto, verificatosi nel periodo dei Morti, di una erma dalla sepoltura dei Reforgiato, nobili di Linziti.
È da verificare e capire se le ruberie ed i danneggiamenti sono avvenuti su commissione o per attingere opere d'arte da inserire in un circuito illegale di estimatori, magari ignari della macabra provenienza illecita. (*alma*)

domenica 9 gennaio 2011

MILITELLO: Camperisti di tutta Italia a Militello

Ventisette camper e sessanta tra conducenti ed accompagnatori hanno effettuato un tour della Sicilia centro-orientale alla scoperta dei tesori Barocchi e naturalistici di questo lembo dell'Isola. Dal 27 dicembre a ieri i camperisti aderenti all'Aci e provenienti da Milano, Genova, Pescara e Firenze sono stati accompagnati in visite guidate ed escursioni nei maggiori centri del comprensorio (in foto: la chiesa della Catena di Militello con la guida locale Sebastiano Lisi). Organizzata da Pino Santacroce dell'Automobile Club di Livorno, la lunga permanenza in Sicilia ha avuto il supporto e la collaborazione delle amministrazioni comunali e delle Polizie locali dei centri visitati. (*alma*)

MILITELLO: Volley, SieFer-Meeting Troina 3-0

Il pubblico delle grandi occasioni saluta il ritorno ufficiale del volley a Militello, segnato dall'esordio della Sie-Fer nel campionato di Prima Divisione del girone di Enna. Le ragazze di mister Agrippino Maggiore non "steccano" la prima accontentando le aspettative dei tifosi da troppo tempo all'asciutto in tema di pallavolo. Sul parquet di viale Regina Margherita il sestetto titolare regola con il risultato base le ospiti di Troina. Nulla può il muro avversario che non riesce a contrastare gli attacchi in banda portati dalla esperta Francesca Anzalone e dalla mancina Maria Elena Ripa, magistralmente imbeccate dalle alzate di Daniela Credito. Solo una sbavatura nella parte centrale del terzo parziale permette alle ospiti di agguantare le militellesi in fuga raggiungendo il pari a sedici punti. Il time-out chiamato da Maggiore dà nuova linfa alle giocatrici in maglia azzurra che così riescono a chiudere il set aggiudicandosi la posta in palio. (*alma*)

MILITELLO: Ultimo giorno di Presepe alla Pro Loco

Ultimo giorno per visitare, a Militello, il presepe allestito dalla Pro Loco nel Palazzo Baldanza-Denaro. Realizzato dagli artisti Vincenzo Alì, Francesco Campisi e Salvatore Messina, il diorama rientra nell'iniziativa della Provincia regionale di Catania, "Natale in provincia". (*alma*)

venerdì 7 gennaio 2011

MILITELLO: Fari spenti al vecchio Comunale

È calato il buio profondo sull'Atletico Militello. Dallo scorso 20 dicembre, infatti, la compagine calcistica vede precluse le sedute di allenamento al vecchio Comunale di viale Regina Margherita a causa di un guasto all'impianto di illuminazione del terreno di gioco. Per l'undici giallorosso, quarto nel girone F di Prima categoria, non è fattibile neanche l'utilizzo del campo di gara ufficiale di contrada Piano Mole in quanto la struttura, col fondo erboso, è totalmente priva di luci artificiali, rendendo possibile solo la disputa di gare alla luce solare.
È affranta Rosanna Troia, presidente del club: «In un momento in cui la squadra gira a mille s'è abbattuta la tegola dell'impianto elettrico. Considerando anche le tante criticità di Piano Mole, stiamo valutando la dismissione della squadra». La dirigente lamenta anche la mancanza di comunicazioni, da parte dell'assessorato allo Sport, circa la tempistica della risoluzione del problema.
Mentre la squadra cerca comunque di prepararsi per la difficile trasferta di domani contro la terza in classifica, Rinascita Melillese, dal Palazzo di Città l'assessore Giuseppe Ragusa fa sapere: «Il guasto è più serio del prevedibile ed il periodo natalizio non ci ha certamente favorito. Si deve intervenire in una cabina ad altissima tensione ed i nostri tecnici, di concerto con l'ente gestore, stanno aspettando che i fornitori assemblino i pezzi di ricambio». (*alma*)

MILITELLO: Interruzione energia elettrica Enel

Buona parte del centro abitato sarà interessato, dalle 8.30 alle 16.20, dall'interruzione di erogazione di energia elettrica. L'Enel fa sapere che il blackout, necessario per lavori sugli impianti, interesserà circa quaranta vie e cortili a ridosso del centro storico. (*alma*)

giovedì 6 gennaio 2011

MILITELLO: Concerto di Capodanno

Concerto di Capodanno (© Foto Mario Lisi)Una folta cornice di pubblico ha apprezzato, domenica, il tradizionale "Concerto di Capodanno" tenuto dall'associazione musicale Città di Militello nell'Auditorium San Domenico. L'ingresso del nuovo anno è stato salutato con un repertorio che ha attinto brani e sinfonie della tradizione operistica italiana, con l'intento di rendere omaggio ai 150 anni dell'Unità d'Italia. Sul podio si sono alternati i maestri Giuseppe Fucile e Graziano Lo Presti. L'orchestra di fiati, composta da amatori e dilettanti, ha accompagnato il soprano militellese Lella D'Arrigo. Apprezzamenti per le performance musicali sono giunti da Nicola Blanco, responsabile del corpo bandistico, e Giuseppe Ragusa, assessore alla Cultura: «Il linguaggio universale della musica – affermano entrambi – deve essere portatore di grandi valori etici e sociali».
Questi i musicisti: Nicola Alessi, Rosaria Astorina, Salvatore Astuti, Giuseppe Bellofiore, Nicola Blanco Malerba, Beny Pietro Caruso, Gaetano Culosi, Santo Salvatore Distefano, Flavio Fagone, Daniele Fagone La Zita, Massimo Fernandez, Antonino Ferraro, Giovanna Pescetti, Massimiliano Pescetti, Orazio Piccitto, Giuseppe Ragusa Antonio Di Raimondo, Emanuele Di Raimondo, Eugenia Di Raimondo, Salvatore Maccarrone, Marco Micca, Carmen Musarra, Salvatore Musarra, Valentino Sottosanti, Antonio Tirelli e Giuseppe Zago. (*alma*)

mercoledì 5 gennaio 2011

MILITELLO: Premiati i piccoli lettori della Biblioteca

Piccoli lettori crescono. La biblioteca "Angelo Majorana" e l'assessorato alla Cultura hanno premiato cinque giovani fruitori che nel corso del 2010 si sono distinti per frequenza e lettura. Nel corso di una cerimonia pubblica, aperta con musiche natalizie suonate dal giovanissimo oboista Lorenzo Damante (10 anni), una pergamena ricordo ed un libro sono andati alla giovanissima Nicole Compagnino, 4 anni e tredici libri letti, Mattia Cammarata, 7 anni e sedici libri, Ettore Straniero, 8 anni e trentotto libri, Monica Russo, 12 anni e ventisei libri, e Antonio Marcianò, 14 anni e sedici libri. Soddisfazione è stata espressa dalla bibliotecaria Marina Marino e dell'assessore Giuseppe Ragusa. (*alma*)

martedì 4 gennaio 2011

MILITELLO: LETTURA ANIMATA DELLA STORIA DI BABBO NATALE

Proseguono le attività di sensibilizzazione alla lettura ed al teatro ideate dall'assessorato alla Cultura. Il nuovo "capitolo" è stato suggellato con una "micro" rappresentazione sulla nascita del mito di Babbo Natale, dell'albero di Natale, del panettone e della Befana. Numerosi bambini hanno assistito allo spettacolo andato in scena nei locali della Biblioteca comunale dove Emanuela Rivela ha "narrato" con l'aiuto delle simpatiche befane Maria Paola Frazzetto e Loredana Penna, ed i Babbo Natale Paolo Galante Cannata e Giuseppe Lisciandrano senior. Piccole parti anche per Pierangelo Alessi, Giosuè Asti, Guido Asti, Simona Barresi, Roan Beeharry, Ilaria Blanco, Miriam Cassarino, Giuseppe Lisciandrano jr., Alfio Pisano, Gabriele Pisano, Concetta Ragusa, Giuseppe Rivela e Paolo Scaltro. Supporto è giunto anche da Francesco Campisi, Daniele Gulinello e Lucia Lisciandrano. (*alma*)

lunedì 3 gennaio 2011

MILITELLO: Avviato il restauro del Della Robbia

Cimitero, uso improprio rifiuti speciali (© Foto Alfonso Magno)Avviato il restauro conservativo della pala d'altare di Andrea Della Robbia. La preziosa Natività in ceramica invetriata commissionata nel 1487 secolo all'artista fiorentino dal barone di Militello Antonio Pietro Barresi, vedrà nuova luce grazie agli interventi del maestro acese Angelo Cristaudo. L'iter burocratico per il finanziamento era stato avviato nella primavera del 2008 da Salvatore Paolo Garufi, allora assessore alla Cultura, e reiterato l'anno successivo dall'omologo Giuseppe Ragusa. La comunicazione del finanziamento di venticinquemila euro, invece, è arrivata dall'assessore regionale ai Beni culturali, Lino Leanza, che ha messo in grado la soprintendenza di affidarne i lavori sul finire dell'anno scorso.
La grandissima "pala" rinascimentale era ospitata nella vetusta chiesa di Santa Maria La Vetere, distrutta dal terremoto del 1693, mentre oggi è visibile nella navata destra del Santuario Mariano. Con i suoi quasi otto metri quadrati di superficie e le circa ottanta formelle modellate ad altorilievo ed assemblate ad incastro, l'opera per dimensioni è tra le maggiori oggi conosciute realizzate dal Della Robbia. (*alma*)

sabato 1 gennaio 2011

MILITELLO: Concerto di Capodanno

Un concerto in onore del nuovo anno, organizzato dalla Pro Loco in sinergia con il Comune, andrà in scena questa sera all'Auditorium San Domenico (alle 20). Sul podio, a dirigere l'associazione musicale Città di Militello, si alterneranno i maestri Giuseppe Fucile e Graziano Lo Presti. (*alma*)

Torna all'Home Page di www.militello.info

© 2001-2010 by militello.info® | webmaster@militello.info

Tutto il contenuto del sito è coperto da Copyright

Il sito è ottimizzato per Internet Explorer 5™ ed una risoluzione 800 x 600.