lunedì 28 febbraio 2011

MILITELLO: Arrestato incensurato per droga

Si stringe sempre di più la "morsa" dei carabinieri nei confronti di produzione, spaccio e consumo di sostanze stupefacenti. Nella serata di venerdì, infatti, gli uomini dell'arma hanno arrestato il bracciante agricolo G.P., incensurato trentaseienne di Militello, per detenzione ai fini dello spaccio di marijuana. I militi, durante un controllo del territorio, si sono insospettiti dal continuo andirivieni di giovani verso l'abitazione dell'arrestato, sottoposto da tempo alle "attenzioni" dei carabinieri. Durante la successiva perquisizione domiciliare gli uomini dell'Arma, dopo un'accurata perquisizione dell'appartamento, hanno trovato le giuste conferme ai sospetti con il rinvenimento di una dose di cannabis indica pronta per la "distribuzione", mentre altre quantità di sostanza stupefacente, secondo gli investigatori, sono state fatte sparire probabilmente attraverso il gabinetto di casa.
Nella stessa circostanza sono stati controllati diversi automezzi ed altre persone lungo le strade cittadine. Un veicolo, in particolare, ha attirato l'attenzione dei carabinieri: erano, infatti, occasionali acquirenti dell'arrestato. Così per cinque persone di Scordia, tra cui un minorenne, è scattata la segnalazione alla Prefettura etnea ai sensi del decreto che disciplina stupefacenti e sostanze psicotrope, mentre per G.P. si sono schiuse le porte del carcere di contrada Noce, a Caltagirone. (*alma*)

MILITELLO: Calcio, Prima Categoria - Atletico Militello-Scomettendo 0-4

La Scommettendo infligge la prima sconfitta interna all'Atletico che perde così l'imbattibilità stagionale tra le mura domestiche. La strada è subito in salita per i padroni di casa che vanno sotto al 6' per un penalty (fallo di Monteleone su Magrì) realizzato da Manuli. Il raddoppio dei grigiorossi arriva al 22', con Minutola che insacca su punizione. L'Atletico tenta di ricucire lo strappo, ma in campo c'è solo l'ombra della squadra che ha entusiasmato la tifoseria locale. Il secondo tempo scivola su ritmi blandi con molto gioco a centrocampo e con gli uomini di mister Marino che non riescono mai ad impensierire l'estremo difensore ospite. Al 19' della ripresa uno svarione di Vaccaro mette la palla sui piedi di Magrì per il terzo gol. Il "poker" viene calato al 31' da Barbagallo che insacca sugli sviluppi di una punizione dal limite. Con la vittoria a Militello, e grazie al pareggio esterno dello Scordia, la Scommettendo consolida così il primato in classifica. Post partita polemico, negli spogliatoi, per un problema all'impianto termico che ha costretto atleti ed arbitro ad una inaspettata doccia fredda. (*alma*)

domenica 27 febbraio 2011

MILITELLO: Resoconto convegno sull'ospedale Basso-Ragusa

L'ospedale di Militello non chiuderà, verrà anzi potenziato con l'attivazione del presidio territoriale di assistenza (Pta): questo è quanto sostiene Giuseppe Calaciura, direttore dell'Asp 3 di Catania, che nel promettere massima attenzione per la struttura militellese precisa: «Il mantenimento dell'unità di rianimazione è il segnale che l'ospedale Basso Ragusa non verrà dismesso». Ha cercato di tranquillizzare sindaci, addetti ai lavori e cittadinanza del comprensorio il massimo dirigente sanitario etneo in un incontro-conferenza organizzato dal primo cittadino militellese, Antonio Lo Presti, e che ha visto la partecipazione dei sindaci di Licodia Eubea (Nunzio Li Rosi), Scordia (Angelo Agnello) e Vizzini (Vito Cortese), del presidente del consiglio comunale di Caltagirone (Fortunato Parisi), del parlamentare Giovanni Burtone, di Nello Musumeci e del deputato regionale Marco Falcone.
Nel salone di rappresentanza del palazzo Laganà-Campisi diverse perplessità sono state avanzate dai presenti, anche alla luce di quanto previsto dalla Regione con il programma operativo 2010-2012 per la prosecuzione del piano di contenimento e riqualificazione del sistema sanitario regionale. Il decreto infatti prevede, per il nosocomio militellese, la "rifunzionalizzazione" in Pta entro il 31 dicembre del prossimo anno. Sempre lo stesso decreto stabilisce che i presidi ospedalieri "rifunzionalizzati" dovranno trasferire parte dell'attività assistenziale per acuti verso forme alternative di assistenza.
Non ci stanno sindaci e parlamentari: «Che l'ospedale di Militello non verrà dismesso – afferma Burtone venga chiarito non a parole ma con documenti scritti. Ricusiamo questo decreto da cui si evince tutt'altro e siamo tutti pronti ad azioni eclatanti in difesa dell'ospedale». È chiaro Nello Musumeci: «Ortopedia è andata al Gravina di Caltagirone. A Militello un ospedale esiste sin dal Cinquecento. Vogliamo sapere con certezza se l'attuale è destinato ad avere un futuro». Vito Cortese difende a spada tratta il "Basso Ragusa": «Chirurgia ha garantito livelli elevati di professionalità. L'ospedale va difeso per quello che rappresenta per il territorio». Il chirurgo Filippo Bentivegna chiede di poter lavorare: «A Militello c'è la professionalità giusta. In un anno oltre 400 interventi solo di media e alta chirurgia». Recrimina qualcosa per il suo territorio Angelo Agnello: «Noi sindaci siamo compatti nel sostenere che a Militello deve restare l'ospedale, ma il Pta si apra a Scordia».
Intanto il "veccho" Basso Ragusa attende l'ampliamento dei locali con l'inaugurazione (forse in primavera) dell'adiacente nuova struttura nella quale mancano ancora gli ultimi arredi. (*alma*)

MILITELLO: Donazione sangue con la Fidas di Paterno'

Raccolta di sangue questa mattina in piazza Municipio. Dalle 8.30 un'autoemoteca del gruppo Fidas di Paternò, con personale medico ed infermieristico, sarà a disposizione dei donatori abituali e dei cittadini che vorranno avvicinarsi al mondo della donazione. (*alma*)

MILITELLO: Vivi la città. Podismo e turismo

Binomio sport e cultura oggi per le strade di Militello. La rassegna "Vivi la città" animerà (dalle 9) le strade barocche con una corsa podistica amatoriale alla quale farà seguito la visita guidata dei principali monumenti storici e architettonici. La kermesse è organizzata dalla Libertas Militello in collaborazione con la Pro Loco ed il patrocinio dell'assessorato allo Sport. (*alma*)

venerdì 25 febbraio 2011

MILITELLO: Riscaldamento alla Carrera tornato alla normalitA'

È tornato il riscaldamento all'istituto comprensivo "Pietro Carrera" di Militello, dopo quattro giorni di mancanza di carburante. Un ritardo nella fornitura aveva fatto scattare l'ennesima contestazione, anche attraverso Facebook, di alcuni genitori stanchi delle varie emergenze che si stanno susseguendo dall'inizio dell'anno scolastico. Ieri mattina la ditta palermitana, che opera in regime di convenzione, ha provveduto al carico di nafta giustificando nella carenza di personale il ritardo della fornitura. L'assessore Mario Barresi precisa: «Solitamente il carico di carburante viene garantito il giorno seguente la richiesta. Purtroppo questa volta la ditta ha utilizzato tutti i quattro giorni contrattuali per il carico. Salvo imprevisti il riscaldamento è garantito sino al termine dell'anno scolastico». (*alma*)

MILITELLO: Divieto di fumo non rispettato in Comune

«La promessa del sindaco di far rispettare il divieto di fumo è andata in fumo». Commenta con un calembour Pio Salvatore Basso, il dipendente comunale che ha intentato una battaglia contro i colleghi tabagisti, la mancata attuazione delle norme di legge nel palazzo di città. Nel febbraio 2010 Basso ed altri quindici dipendenti (tra cui un fumatore) avevano inviato una missiva al primo cittadino stigmatizzando il malvezzo di alcuni colleghi, funzionari ed amministratori noncuranti della salute altrui e delle normative antifumo negli ambienti della struttura pubblica ospitata nell'ex convento Settecentesco di San Domenico. Il sindaco Antonio Lo Presti garantì la «immediata attivazione di controlli e la pesante persecuzione dei tabagisti non rispettosi della legge».
Ad un anno di distanza una lettera ironica, questa volta sottoscritta da diciotto dipendenti, tra i quali un funzionario, è stata consegnata al sindaco, agli assessori, al segretario comunale ed ai responsabili delle arre comunali. Nell'istanza viene evidenziata l'immutata situazione: «È stata confermata la strada dell'indolenza e dell'indifferenza – affermano i non fumatori – perché la maggioranza dei dipendenti continua a subire la maleducazione e la strafottenza di pochi». Rincarano la dose i firmatari: «Gli stessi amministratori non si curano di rimproverare o richiamare i trasgressori. Ringraziamo per aver permesso il trionfo della legalità».
È ferma la risposta di Antonio Lo Presti: «Sono d'accordo con i contestatori e li ringrazio per la tirata d'orecchi. Stringerò i controlli anche per tutelare la salute dei fumatori». (*alma*)

MILITELLO: Convegno sull'ospedale Basso-Ragusa

Un incontro-riflessione sull'ospedale "Basso-Ragusa" è stato indetto dal sindaco Antonio Lo Presti. Nella sala conferenze del palazzo Laganà-Campisi (dalle 10) esponenti del mondo politico locale, della sanità e semplici cittadini sono chiamati ad intervenire sulle prospettive future del nosocomio, ultimamente depauperato dei reparti di maternità ed ortopedia. (*alma*)

mercoledì 23 febbraio 2011

MILITELLO: Cantieri lavoro avviati al più presto

«Sappiamo cosa fare. Ci siamo attivati per avviare le procedure». Dà certezze ai lavoratori Mario Barresi, assessore comunale ai Lavori pubblici, dopo un incontro chiarificatore con i vertici della Regione per il ritardato avvio dei cantieri-lavoro per cinquantacinque disoccupati che a Militello dovranno riqualificare, con cinque cantieri preannunciati lo scorso aprile, diverse zone urbane e suburbane a fronte di una spesa di 546mila euro. Nella riunione tenutasi lunedì pomeriggio a Palermo, l'assessore ed il sindaco Antonio Lo Presti hanno ottenuto garanzie circa il rispetto dei tempi e la normalità degli iter burocratici legati all'inizio dei lavori finanziati, mentre inviti ad affrontare i problemi legati agli oneri di sicurezza e le paghe orarie prima dell'avvio dei cantieri sono giunti agli amministratori. «In altri comuni – afferma Barresi – gli aspetti legati a sicurezza e paghe sono stati affrontati solo dopo la partenza dei lavori. Sappiamo già come muoverci e ci siamo attivati per avviare le procedure che permettano ai lavoratori di prendere le giuste indennità. Ci preme l'occupazione dei lavoratori e che i lavori vengano completati nei tempi previsti». (*alma*)

martedì 22 febbraio 2011

MILITELLO: Carnevale 2011 sotto tono

Si prospetta un carnevale sotto tono, a Militello, a seguito dei drastici tagli ai trasferimenti erariali stabiliti dal decreto Tremonti. La giunta comunale ha deciso di stanziare solo ottomila euro per la manifestazione, contro i trentamila euro utilizzati lo scorso anno. Mentre è venuta meno l'adesione degli storici gruppi in maschera allestiti dalle locali scuole di danza, non mancheranno sfilate in costume (domenica e martedì grasso) ed animazioni pomeridiane e serali in piazza Municipio. Quattro gruppi con almeno cinquecento figuranti saranno comunque allestiti da volontari ed amanti della festa carnascialesca ai quali l'assessore al Turismo, Giuseppe Ragusa, ha garantito mille euro per la partecipazione. Per far fronte alla crisi e garantire comunque il momento di aggregazione festosa, sponsorizzazioni sono state promesse da diversi operatori economici locali, mentre gli assessori hanno deciso di autotassarsi destinando una parte delle competenze di marzo per la realizzazione della festa. «La competizione – afferma Ragusa – ci sarà sempre, ma premieremo con coppe e non con "bonus" economici. Abbiamo ovviamente dirottato le risorse economiche per l'emergenza scolastica». (*alma*)

MILITELLO: Picante Latino ai regionali di danza

Picante Latino a PetrosinoAi recenti campionati regionali organizzati dalla Federazione italiana di danza amatoriale non deludono le aspettative degli appassionati i ballerini del Picante Latino, l'associazione sportiva che opera a Militello e Scordia. Nel palasport Petrosino (Trapani) il "Picante" dei maestri Giovanni Ferranti e Francesca Ragusa inanella una serie di successi, emergendo tra i 127 gruppi partecipanti con 1212 ballerini e riuscendo a portare a casa ben undici titoli regionali.
Nel settore delle danze caraibiche ottima la prestazione di Giovanni Taibba e Melania Garofalo che salgono sul gradino più alto del podio nelle specialità salsa portoricana, salsa caraibica, merengue e bachata. Negli stessi "stili" la seconda posizione è andata a Giuseppe La Rocca e Iriana Saimbene. Medaglie anche per Salvatore Gambitta e Maria Lucia Rapisarda, primi nella loro categoria di salsa portoricana e merengue, e secondi nella bachata.
Soddisfatti Ferranti e Ragusa: «Un ottimo preludio – affermano i maestri – per gli imminenti campionati nazionali a Roseto degli Abruzzi». (*alma*)

MILITELLO: Consiglio comunale 22 febbraio

Consiglio comunale, alle 19 nella sala convegni del palazzo Laganà-Campisi, per discutere sulla programmazione per le aperture degli esercizi pubblici di somministrazione di alimenti e bevande. Nel civico consesso di dibatterà in merito alle "società partecipate" e sulla alienazione di terreni comunali a favore di soggetti privati. Attenzione verrà posta al 150º anniversario dell'Unità d'Italia. (*alma*)

domenica 20 febbraio 2011

MILITELLO: Volley, Meeting Troina-SieFer 3-2

La prima gara del girone di ritorno nel torneo di Prima divisione femminile di volley segna la prima sconfitta della capolista Sie-Fer Militello che scende in campo con una formazione ampiamente rimaneggiata dovuta alle assenze importanti del martello Francesca Anzalone e della centrale Elisa Illuminato. I "rincalzi" comunque non sfigurano e in due ore di gioco tirato riescono a tenere testa alle padroni di casa, disputando quattro set ad alti livelli e molto equilibrati tra loro. Solo nell'ultimo parziale le azzurre cedono definitivamente le armi, ma conquistano comunque un prezioso punto in classifica senza compromettere la corsa nella leadership del torneo che rimane ben salda nelle mani delle militellesi.
Ottimo l'esordio assoluto della "promessa" Vanessa Pillirone che entra in corsa nei primi due set riuscendo a mantenere i nervi saldi nonostante l'emozione del debutto: suoi i punti pesanti utili alla conquista del secondo set. È però amareggiato il coach Agrippino Maggiore, che le ha provate tutte per poter portare il risultato a casa: «È senz'altro la nostra peggiore prestazione. Senza nulla togliere alle avversarie, bastava un maggiore impegno negli allenamenti settimanali e al tie-break avremmo sicuramente vinto». (*alma*)

sabato 19 febbraio 2011

MILITELLO: insieme per la famiglia. Psicoterapeuti all'Orlando

Prevenire ed intervenire su situazioni di bullismo e su uso di droghe, dare aiuto a genitori e studenti: questi alcuni degli scopi che le cooperative sociali Agape e Sol Calatino stanno mettendo in campo all'Isis "V.E. Orlando" di Militello. Dopo una breve fase sperimentale, il progetto è stato presentato giovedì ad alcuni genitori interessati e all'assessore comunale Nicolina Messina (Istruzione).
Dallo scorso gennaio psicologi ed operatori sociali delle due cooperative hanno attivato diversi "sportelli di consulenza" presso la scuola di Piano Mole con interventi mirati su insegnanti, genitori e studenti per la gestione di situazioni complesse nel "gruppo-classe" o in presenza di soggetti con oggettive difficoltà nella relazione genitore-figlio.
Il successo dell'iniziativa finanziata dalla Regione è lampante, come afferma Graziella Scirè Calabrisotto (Agape): «Dopo l'indifferenza, molti studenti stanno dimostrando interesse». Rocco Sciacca (Sol Calatino) evidenzia: «C'è la necessità di dare un aiuto concreto con personale qualificato». È soddisfatto Egidio Pagano, dirigente scolastico, che ha registrato un'iniziale scetticismo da parte di alcuni docenti: «Gli insegnanti hanno assimilato e stanno condividendo il ruolo degli psicologi». La psicoterapeuta Concetta Coco, invece, sottolinea: «Il disagio scolastico-familiare è più diffuso di quanto possa sembrare. Molti genitori non capiscono le reali esigenze dei figli». (*alma*)

MILITELLO: Il sindaco incontra alcuni disoccupati

Almeno trenta disoccupati sono stati ricevuti, giovedì pomeriggio, dal sindaco Antonio Lo Presti. I lavoratori, accompagnati dal sindacalista Francesco D'Amico, hanno chiesto garanzie occupazionali e spiegazioni sul mancato avvio dei cantieri-lavoro già approvati dalla Regione. Il primo cittadino e l'assessore ai Lavori pubblici Mario Barresi lunedì saranno a Palazzo dei Normanni per chiarimenti sull'argomento. (*alma*)

lunedì 14 febbraio 2011

MILITELLO: Calcio, Prima Categoria - Atletico Militello-Junior Ramacca

Continua inarrestabile, tra le mura amiche, la marcia trionfale dell'Atletico che regola lo Junior Ramacca con un due gol in fotocopia. Neanche il tempo di iniziare le ostilità e prendere le misure agli avversari che al 4' di gioco Vasile Matei svetta su calcio d'angolo di Luca Buzzotta ed insacca alle spalle di Giuseppe Sottosanti. I ragazzi dello squalificato Giuseppe Campisi-Caruso, oggi sostituito da Rosario Ferro, tentano di macchinare gioco a centrocampo senza però mai arrivare ad impensierire i padroni di casa.
La ripresa scivola su molto agonismo a centrocampo in una partita difficile ma senza spunti degni di nota nelle reciproche folate offensive tranne al 28' quando, sempre da corner, il giovane Angelo Scirè Risichella svetta e raddoppia. Due rigori reclamati da entrambe le compagini "accendono" le tifoserie.
Paura al 27' del primo tempo per un brutto infortunio occorso al ramacchese Vincenzo Montalto che su una ricaduta sotto la porta giallorossa batte violentemente il torace. Lo sfortunato atleta è stato immediatamente condotto al locale ospedale dove, per fortuna, è stato dimesso nelle ore successive. (*alma*)

MILITELLO: Interruzione energia elettrica

Interruzione di energia elettrica, oggi, in alcune zone rurali alle porte di Militello. Dalle 8.30 alle 16.20 il "blackout" Enel interesserà le contrade Acqua Amara, Camorra, Dosso Tamburaro, Fara, Fildidonna, Fiumefreddo, Giardinelli, Palicello, Salto di Primavera, San Damiano, Sarmè e Scordia Soprana. (*alma*)

domenica 13 febbraio 2011

MILITELLO: Il vescovo incontra i giovani di Militello e Scordia

«Non ci deve essere campanilismo religioso, ma unione e conversione nella fede». È chiaro il messaggio lanciato da monsignor Calogero Peri, vescovo della diocesi calatina, ai giovani di Militello e Scordia incontrati venerdì sera. Più di duecento le persone che si sono accalcate nella navata della secentesca chiesa di San Benedetto Abate, nella Città del Milite, per ascoltare il tema della "relazione" nei vari aspetti della quotidianità e della vita in cui i giovani sono quotidianamente immersi.
L'alto prelato ha invitato i presenti a non lasciarsi influenzare dall'appartenenza a questa o a quella "fazione" religiosa, esortandoli a sentirsi parte di un'unica entità ed evitare il protagonismo perché «mettersi al servizio del prossimo – afferma Perinon vuol dire mettersi in mostra».
Il giovane Samuele Gulizia ha evidenziato le difficoltà che hanno i suoi coetanei nel trasmettere un messaggio evangelico: «Come fare per superare i pregiudizi e le barriere mentali di chi ci è attorno?» ha chiesto al Vescovo, che prontamente ha risposto: «Vivere in prima persona e testimoniare con la presenza e con i fatti aiutano a rompere il muro».
Mentre sono in programma altri incontri organizzati dal "Gruppo pastorale giovani" di Caltagirone nei vari paesi del comprensorio, nelle due ore militellesi, oltre ai contributi intellettuali degli appartenenti alle tre parrocchie di Militello e a quelle di Scordia, sono giunti apporti dai parroci di Militello (Michele Guzzardi e Gaetano Tomagra), di Scordia (Salvatore Abbotto e Vito Valenti), di Ramacca (Giurlandir Da Silva), di Mineo (Nunzio Valdini), di Grammichele (Luciano Disilvestro) e Caltagirone (Sebastiano Caniglia). (*alma*)

MILITELLO: Arresto di N.A. per violenza sessuale su minore

Dando esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dalla procura della Repubblica di Catania, i carabinieri di Militello venerdì scorso hanno bussato alle porte di una comunità di accoglienza di Militello per "prelevare" N.A., pregiudicato trentottenne, e condurlo al carcere di contrada Noce a Caltagirone dove dovrà espiare un residuo di pena di cinque anni e quattro mesi di reclusione. L'arrestato, originario e residente a Piedimonte Etneo (Catania), era ospitato dalla comunità "Centro San Paolo" di Militello, sottoposto al regime degli arresti domiciliari, in quanto si è sempre dichiarato seminfermo di mente o forse si è semplicemente finto pazzo, come ha ipotizzato qualcuno che lo ha conosciuto.
Si chiude così una turpe vicenda che ha avuto il suo apice nel 2008 quando N.A. è stato riconosciuto colpevole di violenza sessuale continuata ed aggravata su minori di quattordici anni: il pregiudicato adescava le vittime attingendo in strati disagiati di Catania per trovare soggetti sui quali riporre le proprie "malate" attenzioni. Non pago, N.A. avrebbe anche tentato, fortunatamente senza riuscire nei suoi squallidi intenti, di procacciare minori di ambo i sessi da "immettere" nel mercato del sesso proibito. I suoi "bacini" di attività erano alcuni dei quartieri più degradati, dal punto di vista sociale, del capoluogo etneo, facendo forza su ipotetici facili guadagni.
Ora il tribunale di Catania, che ha anche stabilito il pagamento di una multa di 13mila euro, ha messo la parola fine alla vicenda obbligando il "violentatore" ad un regime sicuramente più rigido dei "domiciliari" fruiti sino all'altro giorno. (*alma*)

MILITELLO: Noi per voi sposi

Un unico contesto per aiutare i futuri sposi ad organizzare il loro matrimonio: questo lo scopo di "Noi per voi sposi", la kermesse promozionale organizzata da alcuni operatori economici di Militello ed ospitata oggi nell'auditorium San Domenico. (*alma*)

sabato 12 febbraio 2011

MILITELLO: Tagli allo sport. Il sindaco incontra le associazion

«Nessun azzeramento ma un forte ridimensionamento dei contributi», dicono Giuseppe Cusumano, assessore al Bilancio, e Giuseppe Ragusa (Sport e cultura) nel corso della riunione indetta dal sindaco con i rappresentanti dei festeggiamenti patronali e i dirigenti di associazioni sportive e culturali. Cusumano tenta di rassicurare: «Cercheremo, con escamotage legali in bilancio, di innalzare il tetto del 20% previsto dal decreto Tremonti». Nell'incontro è stato evidenziato il minore trasferimento economico (circa 300mila euro) sancito dal governo centrale al quale si aggiungerà la "scure" della Regione siciliana (forse 170mila euro). Per i dirigenti sportivi i tagli sono il preludio alla fine: «Lo sport ha una valenza sociale. Con queste premesse è difficile fare attività», dichiarano all'unisono Sebastiano Caruso (volley), Lucio Gambera (calcio) e Lucia Falbo (basket).
Mentre è chiara la necessità di «stringere la cinghia e razionalizzare le risorse», evidenzia il sindaco, i comitati organizzatori delle tre feste patronali non intendono mollare. Afferma Antonello Scirè Calabrisotto (Madonna della Stella): «I grandi appuntamenti religiosi creano un indotto diverso rispetto allo sport». Umberto Campisi (Ss. Salvatore): «Riusciremo ad affrontare le necessità?». È polemico, invece, Giuseppe D'Amato (San Benedetto): «Si dividano in parti uguali i contributi».
Un occhio di riguardo chiede Franca Barbanti, direttrice del locale museo d'arte sacra: «La gestione della struttura è complessa. Senza contributi è difficile fare cultura». L'unica voce fuori dal coro è quella di Orazio Costanzo (ciclismo): «Occorre cambiare rotta. Il comune non può pagare per tutte le attività. Quando possibile si applichi l'autotassazione». (*alma*)

venerdì 11 febbraio 2011

MILITELLO: Asilo nido pronto dopo Pasqua

Si apre uno spiraglio per la consegna definitiva dell'asilo nido di via XX Settembre, chiuso dalla primavera del 2009 e oggetto di interminabili lavori di ristrutturazione. Secondo le prime dichiarazioni dell'assessore all'Istruzione, la struttura avrebbe dovuto riaprire i battenti lo scorso mese di novembre. Un "input" per la riconsegna era stato "sponsorizzato" da un benefattore locale che a proprie spese ha fatto realizzare la mancante pavimentazione esterna. Invece problemi tecnici non evidenziati durante le opere di rinnovamento hanno fatto ulteriormente slittare il termine previsto: errate pendenze esterne e conseguenti infiltrazioni di acqua unite a problemi economici per gli allacci elettrici hanno messo in stallo l'amministrazione comunale. Michele Dell'Uomini, responsabile dell'ufficio tecnico, intervenendo nel recente consiglio comunale ad hoc precisa: «Alla luce delle problematiche emerse mi è impossibile dare una tempistica certa sulla riapertura». Nella stessa seduta consiliare è invece più pragmatico Antonino Lisciandrano, presidente del civico consesso: «Assumendomene personalmente la responsabilità, prometto che dopo Pasqua l'asilo tornerà fruibile». Intanto i genitori aspettano utilizzando i servizi di un asilo privato. (*alma*)

MILITELLO: Vescovo Peri incontra i giovani militellesi

Monsignor Calogero Peri, vescovo di Caltagirone, ascolta i giovani delle comunità di Militello e Scordia. L'incontro, previsto nei saloni della parrocchia di San Benedetto Abate di Militello alle 21, rientra nel calendario organizzato dal "gruppo pastorale giovani di Caltagirone" che prevede analoghi appuntamenti mensili nei comuni della diocesi calatina. (*alma*)

giovedì 10 febbraio 2011

MILITELLO: non piu' date certe per la scuola mattutina

«La nostra priorità è la scuola e terminare il "Bisicchia". Tutti gli sforzi economici andranno in quella direzione». Con queste parole il sindaco Antonio Lo Presti tenta di placare gli animi dei tanti genitori esasperati presenti all'infuocato consiglio comunale di martedì. Il primo cittadino chiosa: «Trasferiremo immediatamente l'ufficio comunale Ragioneria dal Comprensivo "Carrera" per liberare quattro aule. A breve avremo anche la disponibilità dell'attuale sede della guardia medica». Con queste urgenti disposizioni l'amministrazione comunale tenta di tamponare l'emergenza scolastica "scoppiata" lo scorso 16 settembre e che ha dirottato tutti gli studenti militellesi in un'unica struttura, costringendo gli alunni delle medie inferiori alla estenuante frequenza pomeridiana. Il consigliere Mario Gambera (Pd), docente, mentre chiede lumi circa l'allungamento dei tempi di completamento del piccolo edificio Bisicchia (promesso per il 3 febbraio, ndr), tuona contro l'amministrazione: «Forse qualche dipendente comunale non ha lavorato come avrebbe dovuto. Si avvicinano gli scrutini ed il rendimento dei ragazzi è inferiore alle aspettative». Si toglie un grosso sassolino dalle scarpe Michele Dell'Uomini, responsabile dell'ufficio tecnico: «Noi non abbiamo operato con ritardo. Se ritardo c'è stato, qualcuno a livello politico deve assumersi le proprie responsabilità». È perentorio, dai banchi della minoranza, il capogruppo Giuseppe Fucile (Libertà e Autonomia): «Se il problema è nelle risorse economiche, si tolgano gli incarichi agli "amici" e si riducano gli assessorati».
I genitori presenti, che hanno nominato Salvina Cirnigliaro loro portavoce, escono protestando dall'aula consiliare. «Ci aspettavamo – dicono – una presa di posizione più forte da parte dell'amministrazione. Il sindaco s'è guardato bene da fornire una data certa per la conclusione dell'emergenza. È alto il timore che neanche a settembre si possa tornare alla normalità». (*alma*)

MILITELLO: Sindaco incontra associazioni sportive e culturali

Un incontro tra sindaco, comitati organizzatori feste religiose ed associazioni sportive e culturali è previsto oggi alle 19 nel salone di rappresentanza del palazzo Laganà-Campisi. Nel corso della seduta il primo cittadino prospetterà i tagli ai contributi stabiliti dalle recente "scure" fiscale ministeriale. (*alma*)

martedì 8 febbraio 2011

MILITELLO: Fognatura intasata al comprensivo Carrera

Un'altra tegola si è abbattuta sulla "martoriata" scuola militellese: l'intasamento di una condotta fognaria ha creato l'ennesimo disagio nella struttura del Comprensivo "Pietro Carrera", ormai sovraffollato di studenti (gli alunni delle medie frequentano il pomeriggio). Nel tardo pomeriggio di lunedì dai servizi igienici situati al primo piano di viale Regina Margherita, nell'ala est del plesso scolastico, si è riversato liquame fognario sul pavimento creando così un "micro" allagamento. Un bambino sarebbe peraltro scivolato non riportando conseguenze degne di menzione, mentre operatori scolastici provvedevano ad asciugare il pavimento per rendere nuovamente fruibili i bagni.
L'assessore ai Lavori pubblici, Mario Barresi, conferma un intervento di bonifica effettuato nella prima mattinata di ieri che ha evidenziato la presenza nelle condotte fognarie di carta, cicche di sigarette, pannolini ed assorbenti che hanno creato il "tappo": «Non è stato necessario l'intervento di un'autospurgo. Di certo – evidenzia l'amministratore – il materiale che ha provocato l'intasamento non doveva trovarsi negli scarichi». Mentre le lezioni sono tornate alla normalità, alcuni genitori promettono la sensibilizzazione della Prefettura etnea e stigmatizzano: «Troppi ragazzi in un edificio che non può contenerli tutti. Dopo i doppi turni, i topi e gli allagamenti dovuti alle forti piogge, ci mancava solo la fogna. Ed intanto continuiamo ad attendere il trasloco di alcuni uffici comunali ospitati nella scuola e il completamento del "Bisicchia"». (*alma*)

MILITELLO: Breve consiglio comunale di martedi' 8 febbraio 2011

Consiglio comunale questo pomeriggio alle 19. Nel salone di rappresentanza del palazzo Laganà-Campisi si dibatterà sulle problematiche di asilo nido e scuola media, nonché sulle problematiche legate all'Ato Kalat Ambiente. (*alma*)

domenica 6 febbraio 2011

MILITELLO: Raid notturno, danneggiate autovetture

Un raid notturno nei confronti di diverse autovetture si è consumato la notte scorsa a Militello. Cinque veicoli, infatti, hanno subito danni alle carrozzerie, ai vetri ed agli arredamenti. L'azione è avvenuta nelle centralissime via Alcide de Gasperi, via Marconi e via Angelo Majorana sicuramente dopo le due della notte come confermano alcuni cittadini che, rientrando nelle loro abitazioni prima dell'orario "incriminato", non avrebbero notato movimenti sospetti.
Un'auto ha subito la rottura del bloccasterzo, ad un'altra è stata danneggiata la leva che aziona il tergicristalli, a due veicoli è stato rotto un finestrino, mentre tutte le macchine hanno subito danni alle portiere. Gli ignoti si sono anche "accaniti" contro una vettura lasciando all'interno numerose copie di un quotidiano locale, mentre in nessun caso hanno asportato oggetti di valore (autoradio, attrezzi, documenti, denaro) presenti all'interno delle auto. I proprietari dovranno ora "sborsare" tra i cento ed i duecento euro per far riparare i danni. Nessun legame è stato riscontrato tra le attività lavorative dei cinque proprietari, tra loro eventuali relazioni famigliari o tra le "marche" delle auto prese di mira.
Lo sconcerto per il raid è aggravato dal fatto che la "spedizione" è avvenuta lungo strade coperte dal sistema comunale di videosorveglianza, ma ufficialmente ancora non operativo. Proprio per questo gli inquirenti ritengono sia stata un'azione dimostrativa. I fatti dell'ultima notte si aggiungo alle ormai frequenti incursioni nel cimitero comunale dove nell'arco di quattro mesi diverse antiche sepolture sono state danneggiate o depauperate di oggetti artistici, mentre in un caso è stata profanata la bara di una nobildonna.
Diversi cittadini avrebbero peraltro notato, negli ultimi tempi, presenze notturne "strane". Alcuni militellesi, che preferiscono l'anonimato, dichiarano: «È evidente un aumento di spaccio e consumo di sostanze stupefacenti. Militello – concludono – di notte è terra di nessuno, girano brutte facce e le forze dell'ordine si vedono raramente». (*alma*)

MILITELLO: Volley, SieFer-Leonforte 3-0

Nell'ultima gara di andata del girone ennese di Prima divisione di volley femminile la Siefer Militello si consolida al comando con dodici punti grazie alla vittoria contro il Leonforte ottenuta tra le mura amiche con il risultato base di tre a zero. Il primo parziale scivola senza grandi difficoltà per le padrone di casa che lasciano alle avversarie solo otto punti. Nel secondo set le militellesi si spingono sino al 10-5 quando mister Guglielmo Monteforte chiama il time-out per il Leonforte e striglia le sue atlete che riescono a rimontare sino ad agguantare il pari a 18 punti. Ma le azzurre non ci stanno e con Elisa Illuminato e Federica Mangiarratti in difesa costruiscono il sofferto allungo per il set. La terza frazione fa registrare il calo delle ospiti che sbagliano troppo in tutti i reparti non concretizzando la regia di Carmela Siragusa e lasciando così campo libero ai "martelli" Francesca Anzalone ed Elena Campo che da sole totalizzano dodici punti. La matricola Siefer si conferma così regina del campionato senza mai aver subito un set. (*alma*)

venerdì 4 febbraio 2011

MILITELLO: STUDENTI E GENITORI IN CORTEO DAL SINDACO

Manifestazione contro Sindaco x emergenza scolastica 1 (© Foto Alfonso MagnoCon un corteo ed una manifestazione di piazza almeno duecento studenti delle medie inferiori "scortati" da genitori e cittadini hanno voluto stigmatizzare, ieri pomeriggio, il mancato rispetto dei tempi prospettati per la riapertura dell'asilo nido (chiuso dal 2009) e per il completamento del piccolo edificio "Bisicchia" che con sei aule garantirebbe il ripristino della frequenza mattutina per gli allievi delle medie. I problemi sono legati alla chiusura della succursale di largo del Castello del Comprensivo "Carrera", da settembre dichiarata ad alto rischio in presenza di forte evento sismico.
Rimostranze e slogan sono stati ascoltati dal primo cittadino, Antonio Lo Presti, e dagli assessori Nicolina Messina (Istruzione) e Giuseppe Cusumano (Bilancio) davanti alla sede comunale di largo Majorana. Gli amministratori hanno poi preferito incontrare una delegazione di trenta rappresentanti dei manifestanti. Con toni accesi aspre critiche sono arrivate a Lo Presti, che ha comunque difeso le scelte: «Prendo atto della protesta civile, ma non accetto provocazioni perché il provvedimento di chiusura è stato preso nell'interesse dei bambini. Daremo una scuola normale a tutti». Molti genitori, invece, chiedono una tempistica certa: «Questo ritardo – afferma Salvina Cirnigliaro lascia increduli. La vita delle famiglie è sconvolta». Per Marinella Sciammacca alcune delle attuali aule sono inidonee, mentre Salvatore Carrera Nulla interroga: «Perché si è perso tutto questo tempo?».
A chi ha evidenziato le criticità emerse negli ultimi giorni (topi, infiltrazioni piovane) nella sede scolastica di viale Regina Margherita, risponde Mario Barresi assessore ai Lavori pubblici: «Siamo intervenuti per sanare alcuni problemi, ma la preside ed il Consiglio di istituto non ci hanno appoggiato il progetto per la copertura del plesso». Dal fronte amministrativo arrivano comunque segnali garantisti per la conclusione dell'emergenza. Sostiene infatti il sindaco: «Abbiamo investito i primi fondi per il Bisicchia. I ritardi sono dovuti ad un grave impedimento del funzionario comunale preposto. Questa protesta ci è di sprone per accelerare i tempi».
Mentre una frangia di genitori promette altre proteste, un consiglio comunale ad hoc è stato convocato per martedì prossimo. (*alma*)

MILITELLO: I VIGILI DEL FUOCO METTONO IN SICUREZZA UN CORTILE

Un intervento dei Vigili del fuoco ha interessato, ieri, alcune abitazioni del centro di Militello. I volontari del distaccamento di Vizzini sono intervenuti per rimuovere alcuni calcinacci e strati di intonaco pericolanti sotto il balcone di una antica abitazione di cortile Alemagna, adiacente alla centrale piazza Municipio. La squadra dei pompieri, con il supporto della Polizia locale, ha messo in sicurezza la zona per evitare danni ad abitanti e passanti, mentre gli operatori provvedevano, con l'ausilio di scale telescopiche, alla bonifica del muro, del balcone e dei sottostanti vetusti "cagnoli". (*alma*)

giovedì 3 febbraio 2011

MILITELLO: Atletico Militello Calcio, squadra Allievi

L'Atletico Militello che milita nel campionato Allievi provinciali (© Foto Alfonso Magno)«Non ci interessano i risultati, ma ci preme che i ragazzi facciano esperienza», afferma Mario Pisano che con Massimo Rivela allena la compagine "allievi" dell'Atletico Militello di calcio. Con ventitre giocatori in rosa, la società di via De Gasperi punta decisamente sull'aggregazione sociale di un gruppo che parte da zero e formato perlopiù da ragazzi che non hanno mai giocato a pallone e che hanno risposto ad una "leva" calcio indetta lo scorso autunno. Con età tra i quindici ed i diciassette anni, i giovani calciatori si cimentano nel girone ennese del campionato provinciale Allievi gestito dalla Figc, dove non stanno ottenendo risultati incoraggianti. Affermano i due coach: «Il turnover in campo è continuo. Vogliamo che i ragazzi giochino la palla anziché buttarla alla "viva il parroco". Non importa se prendiamo tanti gol». Sicuramente almeno due atleti il prossimo campionato confluiranno nella squadra di Prima Categoria. Questa la rosa: Paolo Cavalli, Giuseppe Compagnino e Salvatore Fagone (portieri); Antonio Barone, Marcello Belluomo, Valerio Campisi, Francesco Costanzo, Giorgio Impellizzeri, Pietro Lo Bianco, Giuseppe Marino, Salvatore Scionti, Mario Scirè Risichella e William Tramontana (difensori); Giuseppe Campisi, Andrea Di Maiuta, Steven Guglielmino, Rino Renna, Salvatore Russotto e Simone Tramontanta (centrocampisti); Paolo Astorina, Davide Costanzo, Salvatore Tramontana e Concetto Vaccaro (attaccanti). (*alma*)

MILITELLO: Corteo di protesta x emergenza scuola

Un corteo di protesta contro il sindaco Antonio Lo Presti per la gestione dell'emergenza scolastica è previsto questo pomeriggio a Militello. Genitori e ragazzi alle 14.30 muoveranno dalla scuola "Carrera" verso la sede comunale di largo Majorana. (*alma*)

mercoledì 2 febbraio 2011

MILITELLO: Nubifragio, scuola allagata

Altri problemi per la scuola di Militello: il violento nubifragio che si è abbattuto nella notte scorsa e nella mattinata di ieri ha messo in ginocchio la struttura che ospita il Comprensivo "Carrera" di viale Regina Margherita. Il primo piano del plesso scolastico, infatti, è risultato allagato in diverse zone, e ciò ha esasperato ulteriormente i genitori già provati non solo dalla frequenza pomeridiana degli allievi delle medie, ma anche da alcune aule anguste utilizzate dai piccoli delle elementari e dal recente problema topi. Mentre alcuni ragazzi hanno frequentato normalmente le lezioni, nell'androne dell'ingresso principale ed in alcuni corridoi gli operatori scolastici hanno dovuto posizionare secchi e bacinelle per arginare l'acqua che "piove" dalla copertura. Anche la palestra dell'istituto ed alcune aule dell'ultimo piano hanno patito i danni delle infiltrazioni piovane. Nel pomeriggio una squadra dei Vigili del fuoco di Vizzini, sollecitata da alcuni genitori, è intervenuta per verificare l'edificio alla presenza degli assessori Nicolina Messina (Istruzione) e Mario Barresi (Lavori pubblici) il quale ha rassicurato i pompieri attribuendo le infiltrazioni a canali di gronda occlusi. Di diverso parere i genitori: «Sono sempre le gronde intasate? Da decenni la scuola ha questo problema! Aspettiamo che crolli?».
Intanto domani è previsto un corteo di genitori e ragazzi che alle 14.30 muoverà dalla "Carrera" verso il municipio per protestare contro il mancato completamento dell'edificio Bisicchia (che garantirebbe altre sei aule) ripetutamente promesso dal sindaco Antonio Lo Presti per il 3 febbraio. (*alma*)

martedì 1 febbraio 2011

MILITELLO: Tagli agli enti locali, problemi allo sport

Si prospettano tempi duri per le associazioni sportive e culturali di Militello, a causa dei tagli previsti dal patto di stabilità interno sugli enti territoriali. Con decreto del ministero dell'Interno del 9 dicembre scorso, infatti, sono stati determinati gli importi delle riduzioni dei trasferimenti erariali per l'anno corrente che stabiliscono, per la Città del Milite, un taglio di quasi 300mila. Secondo gli esperti i primi a farne le spese saranno i "beni" voluttuari ed effimeri, come sport e cultura. Giuseppe Ragusa, assessore comunale allo Sport, turismo e beni culturali: «Lo stato contingente – afferma l'amministratore – ci costringerà ad operare azzeramenti dei contributi a società sportive e strutture museali». Lucio Gambera, vicepresidente dell'Atletico (calcio) recrimina una poco tempestiva comunicazione della minore disponibilità economica: «La problematica ci è stata prospettata solo sabato. Se fossimo stati informati a tempo debito, avremmo organizzato in maniera diversa la stagione agonistica. È alto il rischio di chiusura delle attività, con grande nocumento all'aggregazione sociale favorita dallo sport». Anche Sebastiano Caruso, presidente dello Sporting (volley) è perplesso: «In una piccola realtà come la nostra è facile rimetterci di tasca. Ma a tutto c'è un limite. Questa scure rischia di compromettere quello che abbiamo costruito». Perplessità arrivano da altre "intelligenze" locali, le quali chiedono un chiaro segnale di morigeratezza economica con il drastico taglio dei contributi alle feste religiose: «Tutti soldi che vanno in fumo in troppi fuochi artificiali e cantanti di grido che la collettività non può più permettersi». (*alma*)

MILITELLO: Assemblea lavoratori Asu

Un'assemblea dei lavoratori Asu è prevista nel salone di rappresentanza del Palazzo Laganà-Campisi. Alle 10 i quarantatre operatori in forza al comune di Militello discuteranno sugli emendamenti presentati ieri in Regione e valuteranno le iniziative da adottare con l'organizzazione di un movimento dei lavoratori. (*alma*)

Torna all'Home Page di www.militello.info

© 2001-2010 by militello.info® | webmaster@militello.info

Tutto il contenuto del sito è coperto da Copyright

Il sito è ottimizzato per Internet Explorer 5™ ed una risoluzione 800 x 600.