mercoledì 27 aprile 2011

MILITELLO: La scomparsa di Francesco Ventura

Ventura Francesco 'Manetta' (© Diritti Alfonso MagnoUn po' Nero Wolfe, un po' Maigret, ma per tutti era semplicemente "Manetta". È scomparso in questi giorni, all'età di 81 anni, Francesco Ventura, un militellese che ha fatto del servizio allo Stato e dell'attaccamento alla Pubblica Sicurezza una ragione di vita.

La sua attività professionale l'ha sempre svolta alla Questura di Pisa dove era conosciuto da tutti, grandi e piccini, con quel soprannome. Il suo intuito ed il suo "fiuto" hanno contribuito a fare la storia della Questura pisana, in un periodo lontano anni luce dalle attuali dotazioni tecnologiche e dagli esami del dna.

Lo storico "appuntato" delle Volanti, poi congedato come maresciallo, era un grande investigatore e sapeva trattare le persone: agli arrestati arrivava ad offrire caramelle che teneva sempre in tasca.

Nel capoluogo toscano ricordano ancora oggi un fatto accaduto nel 1978, quando "Manetta" salì sulla Torre pendente e riuscì a dissuadere un giovane aspirante suicida a compiere l'insano gesto. Francesco Ventura ha fatto tanto per il prossimo, ma non è riuscito a fare qualcosa per se stesso: si è lasciato morire non sopportando la morte della moglie.

Da due anni, infatti, non mangiava più e passava le sue giornate fra il cimitero e la Madonnina di Coltano (a Pisa).

I parenti militellesi hanno perciò deciso di farlo tornare nella sua Sicilia per accudirlo. Qualche giorno fa "Manetta" ha raggiunto la consorte. (*alma*)

domenica 24 aprile 2011

MILITELLO: Calcio. Resoconto stagione Atletico Militello

Non ha deluso le aspettative dello staff dirigenziale la stagione agonistica dell'Atletico Militello di Prima categoria. Arrivata a disputare la semifinale playoff promozione, i giallorossi allenati da mister Enzo Marino hanno dovuto cedere le armi ai "cugini" della vicina Scordia in uno scontro fratricida deciso anche da alcune decisioni arbitrali dubbie.
A metà agosto il club ha dovuto "incassare" le inattese partenze di sette giocatori di punta verso Scordia, costringendo i dirigenti a rivoluzionare, alla vigilia della preparazione, programmi ed organico. «Siamo stati bravi ad individuare in Marinoafferma il vicepresidente Lucio Gambera – il tecnico che ci potesse consentire, oltre una guida sicura, l'arrivo di pedine valide». Il tranquillo campionato ipotizzato ad inizio stagione, per fortuna dei giallorossi è "virato" in corso d'opera nella possibilità di raggiungere i playoff, anche grazie alla ritrovata serenità nello spogliatoio dopo la cessione, a dicembre, di un giocatore.
È stato però alto lo scetticismo della tifoseria, che accreditava i "beniamini" nella lotta per non retrocedere. Invece la crescita globale del gruppo dei giocatori locali, forgiati negli anni dall'ex coach Alfio Pisano, ha consentito di erigere un muro nelle gare domestiche (una sola sconfitta) e di ben figurare in trasferta.
P
er la prossima stagione, invece, le idee non sono ancora chiare: «La società non ha debiti né in Lega né con fornitori. I dirigenti – dice Gambera – hanno anticipato di tasca propria le spese di gestione, con il parziale sostegno di sponsor. Attendiamo di conoscere l'entità del contributo comunale prima di decidere i programmi futuri». Il taglio dei contributi sanciti col decreto Tremonti rischia di mettere in seria discussione la prossima stagione: «Il calcio, con la sua immagine e con l'impegno di tanti giovani, costituisce un volano per l'intera città, ma deve crederci anche il Comune. Gli annunciati tagli sarebbero una mannaia per il club e per il suo futuro», ha concluso il vicepresidente. Fa ben sperare, invece, il "serbatoio" delle giovanili, con un gruppo in crescita e con alcuni atleti che potranno fare il salto di qualità in prima squadra.
La stagione appena terminata ha segnato la chiusura di un progetto triennale: dalla Seconda categoria, infatti, l'attuale staff dirigenziale ha conquistato un sesto posto e due piazzamenti nei playoff promozione. (*alma*)

MILITELLO: Dimesso E. R.

È stato dimesso ieri dall'ospedale Cannizzaro di Catania E.R., il minorenne coinvolto nell'incidente motociclistico dello scorso 11 aprile e costato la vita a Carlo Cirrone. Il giovane superstite, dopo un delicato intervento alla testa e la riduzione di fratture a tibia e perone potrà riabbracciare la comunità militellese per un periodo di riabilitazione. E.R. è stato informato solo in questi giorni del decesso del suo giovane amico. (*alma*)

venerdì 22 aprile 2011

MILITELLO: Via Crucis vivente e Crocifissione

Settimana Santa, Via Crucis Vivente (© Foto Alfonso Magno) L'antica tradizione della Passione e morte di Cristo torna in: diversi interpreti e figuranti riproducono, oggi, la Via Crucis in diversi "quadri" viventi accompagnati dalle confraternite e dal mesto suono di toccanti marce funebri. Le ultime ore di Gesù, rese "teatrali" cominciano alle 9.30 da piazza Vittorio Emanuele (la "Piazza" per antonomasia), con le "verginelle" che recano chiodi, pinze, martello nonché la corona di spine, mentre la processione dei confrati, avvolti nei loro lunghi sai bianchi, avvisa la folla del ripetersi della tradizione.
Alle 10, sempre dalla "Piazza", si snoda la processione delle statue della Madonna, dell'Addolorata e di San Giovanni, seguita dagli interpreti viventi di Gesù (Salvatore Randone), dei romani, dei ladroni, del Cireneo, sino a giungere al monte Calvario, dove la "teatralità" vivente, rappresentata tra due ali di persone schiamazzanti, lascia spazio alla crocifissione: la vetusta statua snodabile del Cristo, ospitata nella chiesa del Calvario, viene issata sul sagrato per essere crocifissa. Ogni gesto "cruento" rivolto al manufatto ligneo è accompagnato, nel silenzio totale della folla, dall'assordante "miana" (un fragoroso botto). Al calar del sole il Cristo ligneo verrà deposto dalla croce per essere "sepolto" nella chiesa Matrice dopo un corteo funebre che a più riprese intonerà, lungo il tragitto, il "Populameu" (o "Popule meus") le cui origini musicali ed il cui significato si perdono nella notte dei tempi. (*alma*)

giovedì 21 aprile 2011

MILITELLO: La Passione in scena alla Matrice

Teatro alla Matrice, La passione di Gesù (© Diritti Alfonso Magno)È andato in scena, nella chiesa San Nicolò-SS. Salvatore, il Processo a Gesù inserito nel calendario degli appuntamenti della Settimana Santa militellese. La sacra rappresentazione, organizzata dai giovani della chiesa Matrice con il supporto del Comune di Militello e della associazione "Spazio Danza", è stata seguita da almeno trecento spettatori che hanno gremito la navata centrale dell'antico tempio di culto.
Il cast: Salvatore Randone (Gesù), Emanuela Rivela (Madonna), Salvatore Medulla (Giuda), Flavio Russotto (San Giovanni), Maria Paola Frazzetto (Maddalena), Umberto Campisi (Caifa), Giuseppe Ragusa (Ponzio Pilato), Nicola D'Incontro (Zerah); i membri del sinedrio sono stati impersonati da Cesare Maurizio Barone, Sebastiano Caruso, Nino Randone, Lino La Ganà, Vito Ragusa, Giuseppe Ragusa e Giuseppe Ruggeri. La "narrazione" è stata di Nello Lisi su testi di Alberto Asti, mentre i momenti musicali sono stati sottolineati da Lella Arrigo. (*alma*)

mercoledì 20 aprile 2011

MILITELLO: PREMIO DI POESIA

I poeti premiati (© Foto Alfonso Magno)«Piacere di leggere sentimenti ed emozioni»: questo il sunto della giuria di qualità (Franca Barbanti, Marina Marino, Salvatore Paolo Garufi) che a Militello ha valutato le opere poetiche dei ventidue partecipanti alla seconda edizione del premio "Biblioteca Angelo Majorana", che ha visto l'adesione di letterati di Militello, Scordia e Caltagirone.

Davanti ad un centinaio di spettatori, il primo premio (150 euro in buoni acquisto di libri) è andato a Mario Cataldo; seconda posizione per Tommaso Scollo (100 euro); gradino più baso del podio per Rossana Lena (50 euro).

Particolare commozione, nel salone conferenze del palazzo Laganà-Campisi, hanno suscitato le poesie fuori concorso di Giovanna Leanza e Armando Leotta (ospiti del Centro San Paolo), ed il lavoro sull'integrazione sociale della piccola rumena Lusi Marinova, alla quale è stato donato un libro. (*alma*)

 

MILITELLO: Cristo alla colonna

Con il rito del "Cristo alla colonna" entrano nel vivo i riti della Settimana Santa. La processione mesta e silenziosa si snoderà, stasera, dalla chiesa della Madonna della Stella lungo le strade barocche degli antichi quartieri. Nell'itinerario la settecentesca statua sarà "scortata" da fedeli e confrati nei loro caratteristici sai bianchi con le mantelline azzurre, e verrà accompagnata da tristi e toccanti musiche funebri. (*alma*)

martedì 19 aprile 2011

MILITELLO: Fiera Ambelia, consuntivo

Fiera Ambelia, esibizione butteri maremmani (© Foto Alfonso Magno)Sport equestri, mostra-mercato di equidi, battesimo della sella, animazione per grandi e piccini, musica: questo il mix vincente della prima edizione di Fiera Ambelia, importante vetrina outdoor organizzata nella tenuta dell'Ambelia da Regione, Fise, Istituto incremento ippico per la Sicilia e Istituto siciliano di zooprofilassi. Andata in scena nei 45 ettari a "cavallo" tra Militello e Scordia che furono del principe Branciforte, la kermesse ha incontrato i favori di addetti ai lavori, appassionati e curiosi: oltre tremila, secondo gli organizzatori, le presenze registrate nei quattro giorni che hanno visto protagoniste Sanfratellano, Puro sangue orientale, Murgese, Tolfetano, Maremmano ed Indigeno siciliano, tutte razze curate dall'Associazione italiana allevatori. I viali ed i terreni, rimessi a nuovo con un oculato restyling, ed il settecentesco "baglio" hanno anche ospitato una mostra "open air" di caprini, suini, bovidi ed asini.
La parte agonistica della rassegna, inserita nel circuito Sicilia Jumping Tour, è stata giocata sui nuovi impianti sportivi "Nicola D'Antrassi" e "Giuseppe Di Matteo" ed ha visto la prova "derby" della prima edizione del Campionato centro-sud Attacchi. Questi i campioni: Pernilla Hokdal Hokdal (brevetti e qualificati), Pasquale Pisani (1° grado e 2° grado singoli) e Tommaso Gargallo di Castel Lentini (1° grado e 2° grado pariglie). (*alma*
)

 

domenica 17 aprile 2011

MILITELLO: Avviati i cantieri lavoro

Sono stati finalmente avviati, a Militello, i cinque cantieri lavoro che dovranno riqualificare altrettante zone del centro urbano. Il lungo iter burocratico, cominciato nell'aprile dello scorso anno, ha visto la conclusione in questi giorni anche dopo le numerose proteste e sollecitazioni da parte di lavoratori ed organismi sindacali per i ritardi ed il rischio di perdita dei finanziamenti. Cinquantacinque disoccupati (uomini e donne), coadiuvati da personale tecnico ed amministrativo, in tre mesi di lavoro sistemeranno l'antico abbeveratoio del Calvario (106mila euro), viale Regina Margherita nelle adiacenze del vecchio stadio (110mila euro), il parco suburbano Bottazza (111mila euro) e piazza Sant'Agata con due appositi "stralci" (110mila euro ciascuno). L'inizio ufficiale dei lavori è arrivato "in extremis" rispetto ai tempi stabiliti dalla Regione, ente finanziatore dei progetti di formazione e lavoro. Con l'arrivo della stagione estiva, cittadini e turisti potranno così tornare a fruire in sicurezza di zone da tempo lasciate prive di manutenzione o incomplete. (*alma*)

MILITELLO: Cabina elettrica di via Lello

Si dovrà erigere la cabina elettrica che darà energia all'autitorium San Domenico, all'attuale sede municipale ed agli impianti tecnologici del palazzo Laganà-Campisi: questo è emerso dall'ultimo civico consesso militellese. Aderendo a specifiche istanze e preoccupazioni degli abitanti di via Lello, l'amministrazione comunale ha temporeggiato nella realizzazione del manufatto Enel per raccogliere supplementi di documentazione tecnica che ne certifichi la sicurezza. Secondo Mario Barresi, assessore ai Lavori pubblici, tutti i pareri richiesti confermerebbero il rispetto delle normative tecniche e sanitarie, mentre la Soprintendenza di Catania avrebbe fornito parere per un positivo impatto ambientale del manufatto. Scartata anche l'ipotesi di un impianto fotovoltaico per le dimensioni che dovrebbe assumere, o la possibilità di "attingere" energia da cabine elettriche nella zona.
I consiglieri sono unanimi: «Vi sono le certificazioni ed inoltre i soldi sono già stati spesi. Se il comitato di cittadini della zona produrrà in tempi ristretti una documentazione scientifica attendibile che provi il contrario, si fermi tutto altrimenti si proceda». Da entrambi gli scranni (maggioranza e opposizione) consiliari è però unanime la richiesta di porre attenzione alla salute dei militellesi: «Si edifichi la nuova, ma si verifichino tutte quelle presenti ormai da tanti anni nel centro abitato». (*alma*)

MILITELLO: Finale del premio di poesia 'Biblioteca Majorana'

La sala conferenza del palazzo Laganà-Campisi ospita, alle 18.30, la premiazione del secondo premio "Biblioteca popolare Angelo Majorana". Nel corso della cerimonia la giuria di qualità renderà noti i nomi dei primi tre poeti classificati sui ventuno autori partecipanti. (*alma*)

MILITELLO: Processioni Domenica delle Palme

Si rinnova il tradizionale rito della Domenica delle Palme. Tre processioni interesseranno quest'oggi Militello: da largo del Purgatorio al Santuario Mariano e da piazza Sant'Agata alla chiesa Matrice San Nicolò-SS. Salvatore (inizio ore 10) e da largo San Francesco di Paola alla chiesa di San Benedetto Abate (inizio ore 10.30). (*alma*)

MILITELLO: Ultimo giorno di Fiera Ambelia

Cala stasera il sipario sulla prima edizione di "Fiera Ambelia", la grande fiera cavalli outdoor ospitata nei sette ettari della tenuta militellese del principe Branciforti, sede dell'Istituto incremento ippico, ed organizzata nell'ambito del Sicilia Jumping Tour 2011 da Regione siciliana e Federazione italiana sport equestri. (*alma*)

MILITELLO: Volley, la Sie-Fer accede alla finale playoff

La Sie-Fer accede alla finale per l'accesso alla serie D femminile di pallavolo. La rinuncia da parte del Meeting Troina (già battuta all'andata per tre a zero) di disputare la gara di Militello del playoff di ritorno fa spalancare alla compagine azzurra la porta dell'estremo atto del campionato di Prima divisione, previsto nel Palasport di viale Regina Margherita il prossimo 30 aprile (gara di ritorno la settimana successiva). Le militellesi allenate da Agrippino Maggiore, costrette ad un turno di riposo extra, conosceranno il nome dell'ultima avversaria da affrontare al termine della semifinale tra Enna e Leonforte. È comunque amareggiato Sebastiano Caruso, "patron" della compagine militellese "macina tutto" nella regular season: «Non conosco il motivo della débâcle delle troinesi. Forse non hanno voluto affrontare il viaggio o forse avevano sei giocatrici contate. Se così fosse, il loro è un gesto antisportivo. Così – afferma il presidente – non si insegna nulla alle nuove leve». (*alma*)

sabato 16 aprile 2011

MILITELLO: Inaugurazione di Fiera Ambelia

Inaugurazione Fiera Ambelia (© Foto Alfonso Magno)La prima edizione di Fiera Ambelia lancia ufficialmente la "sfida": i 45 ettari della tenuta militellese dovranno diventare la "location" per la più importante mostra-mercato cavalli outdoor del sud Italia. È quanto ha dichiarato Raffaele Lombardo al taglio del nastro inaugurale, ieri, della kermesse legata agli equidi ed organizzata dalla Regione nell'ambito del Sicilia Jumping Tour. Il governatore ha poi affermato: «È inutile foraggiare fiere e saloni tematici fuori dall'isola, quando poi non si hanno concreti ritorni. Fiera Ambelia un domani potrà fare concorrenza alla Fiera Cavalli di Verona».
La vasta tenuta che fu del principe Branciforte, da anni sede dell'istituto regionale di Incremento ippico, ha subito in questi giorni un globale restyling, con la bonifica di zone abbandonate, ed ora recuperate per importanti competizioni equestri, e la creazione di aree attrezzate pensate per appassionati e turisti. Formalizzata anche l'intitolazione del nuovo impianto sportivo equestre allo scordiense Nicola D'Antrassi (ucciso per mano di mafia nel 1989), e la dedica del campo a ostacoli al piccolo Giuseppe Di Matteo (rapito e sciolto nell'acido dai boss di Cosa Nostra).
Visitabile sino a domani, Fiera Ambelia ha già "piazzato" le prime vendite di equidi, mentre il focoso Ascanio, splendido sanfratellano, è stato ufficialmente donato al 4º Reggimento carabinieri a cavallo di Roma. Soddisfazione per la rassegna è stata espressa dai sindaci di Militello e Scordia, Antonio Lo Presti e Angelo Agnello, dagli assessori regionali Elio D'Antrassi e Daniele Tranchida, e dal commissario straordinario dell'Istituto incremento ippico, Daniela Lo Cascio, dalla direttrice dell'evento, Maria Clotilde Notarbartolo, e da Pierfrancesco Matarazzo, presidente comitato regionale Fise. (*alma*)

venerdì 15 aprile 2011

MILITELLO: Ex cava di mafiosi affidata a Sol Calatino

Contrada Cava Monaci (© Foto Alfonso Magno)Combattere la mancanza di lavoro, concretizzare azioni di recupero ambientale, restituire all'utilità sociale un bene confiscato alla mafia: questo si prefigge il consorzio Sol.Calatino dopo aver ottenuto, da parte del comune di Militello, l'affidamento di oltre sette ettari di terreno agricolo a Cava dei Monaci, la contrada ubicata nella parte a sud-est del centro abitato. Il vasto appezzamento di terreno, in un'area di interesse agricolo-rurale e paesaggistico al confine con i comuni siracusani di Francofonte e Lentini, negli anni Novanta è stato confiscato ad esponenti della criminalità organizzata catanese che lì avevano intrapreso un'attività di estrazione di pietra calcarea, per poi abbandonare a se stessa la zona.
Con la delibera 36 dello scorso 7 aprile il comune militellese, al quale nel 2002 prefettura e questura di Catania avevano affidato il bene, ha ufficializzato il comodato d'uso alla cooperativa sociale calatina, alla quale è stata consegnata la ex cava, che ora potrà presentare alla Regione siciliana un progetto di forestazione della zona, ormai incolta, con il coinvolgimento di associazioni locali e l'impiego di una specifica "misura" del Programma di sviluppo rurale (PSR) condivisa anche dall'amministrazione comunale. Non è stata peraltro esclusa l'ipotesi di una eventuale realizzazione di aree per pic-nic e zone di accoglienza turistica, nonché la creazione di percorsi di interesse naturalistico da destinare ai ragazzi delle scuole del comprensorio.
Soddisfazione è stata espressa da Paolo Ragusa, presidente del consorzio: «Proseguiremo in queste azioni di alta valenza sociale. Lavoreremo a sostegno e supporto per lo sviluppo del territorio, ma anche per la creazione di posti-lavoro da destinare a soggetti svantaggiati del comprensorio».
Il primo cittadino, Antonio Lo Presti, evidenziando con la consegna del bene alla cooperativa la testimonianza del percorso di legalità intrapreso, afferma: «Ci siamo fortemente impegnati in una concreta azione di recupero di un bene confiscato alla mafia. L'affidamento a Sol.Calatino – afferma contribuirà a valorizzare una zona rurale tra le più antiche e belle del nostro territorio». (*alma*)

giovedì 14 aprile 2011

MILITELLO: Il funerale di Carlo Cirrone

Funerale di Carlo Cirrone (© Foto Alfonso Magno)Tutto il paese si è fermato, ieri, per dare l'ultimo saluto a Carlo Cirrone, il diciassettenne perito in un incidente automobilistico nella tarda serata di lunedì scorso. Un migliaio di persone ha accompagnato il feretro nel lungo tragitto, dall'abitazione del giovane alla chiesa di San Benedetto, per stringersi intorno ai genitori ed ai fratelli Andrea e Luca (capitano dell'esercito) che hanno portato a spalla la bara del giovane fratello. Un picchetto d'onore di carabinieri ed almeno venti sottufficiali ed ufficiali del 62º Reggimento di fanteria della caserma Sammaruga di Catania, comandati dal colonnello Giorgio Bertini, ha accompagnato l'ingresso in chiesa della bara per il funerale officiato dai parroci don Michele Guzzardi e don Gaetano Tomagra, e dal cappellano militare di Catania don Alfio Spampinato. Il forte strazio dei genitori della vittima, all'uscita della chiesa, è stato accompagnato da scroscianti ed emozionanti applausi che si sono levati spontaneamente, sotto uno sferzante vento, dalla piazza antistante il vetusto tempio di culto. Saracinesche abbassate e due ali di folla hanno quindi scortato il feretro sino al cimitero militellese.
Già dal primo pomeriggio l'abitazione di Piano Mole è stata meta di un mesto pellegrinaggio di moltissimi amici, soprattutto adolescenti, e compagni di scuola del Liceo scientifico "E. Majorana" di Scordia, dove Carlo Cirrone frequentava la IV D. Il giorno dell'incidente il giovane si stava recando su uno scooter, assieme ad E.R., proprio nella vicina Scordia per una serata organizzata in onore di alcuni studenti spagnoli ospiti dell'istituto scolastico per un gemellaggio culturale. Il dolore degli iberici è stato esternato con un tricolore italiano listato a lutto e con il messaggio "Con cariño de tus amigos de Aguilar" apposto su una delle tante corone di fiori bianchi.
Intanto migliorano sensibilmente le condizioni di E.R., il minorenne passeggero di Carlo Cirrone, ricoverato al Cannizzaro di Catania e che ancora non sa della scomparsa dell'amico. Per il giovane, dopo un intervento alla testa, i medici non hanno sciolto la prognosi, ma si sono dichiarati ottimisti dimettendolo dalla terapia intensiva per ricoverarlo in ortopedia dove nei prossimi giorni verrà operato per la riduzione delle fratture a tibia e perone. (*alma*)

MILITELLO: Ambelia, Sicilia Jumping Tour

Fiera Ambelia, esibizione banda Polizia (© Diritti Alfonso Magno)Un lungo weekend all'insegna di sport equestri, natura, convegni, spettacoli e gastronomia ha aperto ieri i battenti a Militello nella grande tenuta dell'Ambelia, al confine con Scordia, che fu del principe Francesco Branciforti, ed oggi sede dell'Istituto regionale di Incremento ippico.
Le "eccellenze" siciliane degli equidi saranno promosse sino a domenica nel corso della prima edizione di "Fiera Ambelia", organizzata nell'ambito del "Sicilia jumping tour" grazie alla sinergia tra Regione, Federazione italiana sport equestri e gli istituti ippico e zooprofilattico sperimentale della Sicilia.
L'aggregazione e l'intrattenimento di visitatori ed esperti del settore sarà garantita quotidianamente con momenti culturali e didattici, mostre fotografiche (dalla fondazione Alinari), performance di artisti di strada, esibizioni di falconeria e mascalcia (pareggio e ferratura del cavallo), conferenze a tema, nonché gare di morfologia, volteggio, "dressage" e "western". Momenti musicali "firmati" dalle bande della Polizia di Stato e del Centro militare veterinario di Grosseto arricchiranno l'intrattenimento degli ospiti.
Per l'occasione saranno visitabili l'antico "baglio" della struttura, un'aula scolastica rurale, il vetusto frantoio, l'antica chiesetta padronale del ‘700 e le ampie scuderie dove saranno posti in mostra gli equidi in vendita tramite una apposita asta. Nel corso della kermesse il battesimo della sella avvicinerà gli inesperti al mondo equestre. (*alma*)

MILITELLO: Restaurate due statUe al Museo S. Nicolo'

Il restauro delle statue di Sant'Eligio e della Madonna di Monserrato, operato da Giovanni Calcagna, verrà presentato stamani (alle 10.30) nei locali del museo d'Arte sacra "San Nicolò". Previsti interventi del teologo don Gaetano Tomagra, della direttrice della struttura museale, Franca Barbanti, e dell'architetto Giuseppe Pagnano, docente universitario. Il recupero dei manufatti è stato finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei ministri. (*alma*)

MILITELLO: Prove evacuazione Enel via Mons. Orlando

Il personale Enel di via Monsignor Orlando, ospitato nel plesso degli Uffici finanziari, effettuerà questa mattina una prova di evacuazione dei locali. Previsti disagi temporanei per gli utenti del Catasto, del Demanio e dell'Agenzia delle entrate. (*alma*)

MILITELLO: Consiglio comunale del 14 aprile 2011

Consiglio comunale, questa sera alle 20, in cui si discuterà di ordine pubblico, viabilità e problematiche relative alla piscina comunale. Previsto un dibattito sulla cabina elettrica di via Lello, oggetto di preoccupazioni da parte degli abitanti del quartiere. (*alma*)

mercoledì 13 aprile 2011

MILITELLO: Muore in un incidente stradale Carlo Cirrone

Testina di Cirrone Carlo (© Diritti Alfonso Magno)Uno schianto fatale, nella tarda serata di lunedì scorso, ha strappato la vita a Carlo Cirrone, giovane militellese che tra dieci giorni avrebbe compiuto la maggiore età. Doveva essere un dopo cena come tanti altri che prevedeva un'escursione in scooter per raggiungere la vicina Scordia e passare una delle prime tiepide serate primaverili con amici e compagni di scuola; invece sulla provinciale 28/I, in località "Franco" a due chilometri da Militello, mentre Carlo Cirrone era a bordo del suo agognato "125" con il minorenne E.R., una curva presa male, l'alta velocità o un guasto meccanico (gli inquirenti indagano in tal senso) hanno costretto il giovane ad una manovra repentina volta ad evitare l'impatto con una Golf guidata dal militellese G.F. che procedeva in direzione della città del milite. Nulla ha potuto l'autista dell'autoveicolo, che ha tentato di evitare l'impatto spostandosi sulla destra ed andando a finire impotente contro il guardrail. Per lui solo un comprensibile forte stato di shock e un colpo di frusta. Il mancato utilizzo del casco di protezione, invece, sarebbe avallato dal fatto che gli stessi sono stati ritrovati allacciati a pochi metri dal luogo dell'impatto.
Carlo Cirrone ed E.R. sono stati prontamente soccorsi dal dottor Giuseppe Greco a bordo di un mezzo del 118 arrivato dal vicino ospedale "Basso Ragusa", mentre un'altra ambulanza giungeva da Scordia. Ai soccorritori ed ai carabinieri di Militello e Palagonia per entrambi le condizioni sono subito apparse disperate: nel nosocomio militellese Carlo Cirrone è infatti spirato mentre gli veniva praticata una tac. L'altro minorenne, invece, ha riportato la frattura di tibia e perone, e gravissime contusioni toraciche e craniche, motivi per i quali dall'ospedale militellese è stato immediatamente trasferito nel reparto di neurochirurgia del "Cannizzaro" di Catania per essere operato d'urgenza (i medici etnei si sono riservati la prognosi).
Ieri, dopo i dovuti controlli del medico legale, si è assistito ad un lungo e mesto pellegrinaggio all'obitorio dell'ospedale militellese, dove sono giunti parenti e soprattutto moltissimi amici e compagni di scuola arrivati appositamente anche da Scordia, dove la vittima frequentava il liceo "E. Majorana". Il sindaco di Militello ieri pomeriggio ha voluto portare il cordoglio di tutta la comunità alla madre ed al padre, stimato e conosciuto infermiere del "Basso Ragusa".
Mentre su Facebook non si contano più i messaggi di dolore lasciati nella sua personale "bacheca", molti amici sono increduli e lo ricordano come un ragazzo con la testa sulle spalle e con tanta voglia di divertirsi. Ancora non è stata stabilita la data del funerale, perché si attende l'arrivo di due fratelli del defunto che lavorano lontano da Militello.
L'incidente mortale di lunedì sera ha posto molti interrogativi circa la reale dinamica dello scontro, ma soprattutto sul mancato uso del casco protettivo, sulla velocità del "due ruote" e sul fatto che il ragazzo portasse dietro di sé un passeggero pur non avendo l'età per farlo. (*alma*)

MILITELLO: Rattoppata la SP 69-II dell'Arcimusa

È di questi giorni un pesante intervento di "rattoppo" del manto stradale lungo il secondo tratto della provinciale 69/II. La strada, che unisce le statali 417 e 385, da tempo è una pletora di buche causate dal maltempo e dall'eccessivo traffico veicolare. Diversi i disagi causati agli automobilisti di Scordia, Palagonia e Militello che utilizzano l'ex "trazzera" come alternativa per andare alla vicina base militare di Sigonella, per raggiungere il capoluogo etneo o per recarsi nelle proprietà delle importanti contrade agricole Arcimusa, Bottone, Cucco, Sigona e Xirumi.
L'importante tratto stradale, lungo quasi otto chilometri ed in pieno territorio lentinese, è stato riassaltato a metà degli anni '90 (prima era difficilmente transitabile) ed ormai evidenzia i segni del tempo: tutto il tracciato è disseminato di centinaia di "accomodature" per coprire buche ed avvallamenti che si sono creati in questi anni. Sarebbe auspicabile da parte dell'ente proprietario, la Provincia di Catania, un radicale rifacimento del tappetino d'asfalto che diventa una pericolosa "piscina" in caso di forti precipitazioni. (*alma*)

martedì 12 aprile 2011

MILITELLO: Piscina comunale, forse non aprirA' l'1 giugno

«Potrebbe non essere garantita l'apertura della piscina comunale per il prossimo primo giugno». È quanto ha affermato Giuseppe Fucile (Mpa), nell'ultimo civico consesso, dai banchi dell'opposizione. La struttura scoperta, che fa parte del "polivalente" di viale Regina Margherita, necessita di manutenzione. Nelle ore notturne, peraltro, il luogo diventa punto di "aggregazione" per alcuni giovani che, scavalcando la bassa recinzione, troverebbero negli spazi della piscina un sicuro riparo per il consumo di "spinelli" o, stando a diverse segnalazioni, la farebbero diventare una "alcova" proibita.
La minoranza in Consiglio comunale è pungente nei confronti di sindaco ed assessore al ramo: «Si debbono accelerare i tempi per garantire la fruizione natatoria estiva». Giuseppe Ragusa, assessore allo Sport, informa che è stato predisposto un bando per la gestione degli impianti: «Lo scorso 16 marzo ho consegnato all'Ufficio tecnico una bozza per l'affidamento decennale, a soggetti privati, degli impianti. Dopo il vaglio dei funzionari preposti e dopo che il consiglio comunale si sarà espresso in merito, gli interessati dovranno anche presentare un progetto per le necessarie ristrutturazioni e migliorie».
È però alto il timore che il "polivalente" possa cadere nell'oblio. Rettilineo per atletica leggera, campo per calcio a 5 e "promiscuo" per tennis, volley e basket riportano, infatti, i segni del tempo e le "attenzioni" di vandali o sportivi poco propensi al rispetto dell'impiantistica che è godibile senza particolari autorizzazioni. (*alma*)

MILITELLO: Volley, Meeting Troina-SieFer 0-3

Nella bolgia di Troina la Sie-Fer Militello mette in campo la miglior prestazione stagionale e conquista il primo match nei playoff per l'accesso alla serie D regionale di Volley. In poco più di un'ora di gioco le azzurre di mister Agrippino Maggiore divorano le padroni di casa che impensieriscono le avversarie solo nel terzo set terminato ai vantaggi. Primi due parziali di gioco senza storia, con le troinesi che non sono riuscite ad arginare gli attacchi di Francesca Anzalone, Elena Campo ed Elena Ripa. La terza frazione di gara vede invece il Meeting Troina credere nella rincorsa dando filo da torcere a Loredana Toro e Lisa Blanco che in difesa hanno dato l'anima per costruire la vittoria finale. Nulla possono le atlete di Alfio Linguanti che si sono viste costrette a cedere le armi alla matricola militellese. Soddisfatto Agrippino Maggiore: «La coesione e la concentrazione del gruppo hanno dato i loro frutti. Ora ci aspetta il ritorno tra le mura domestiche»
Il "return match" è in programma sabato prossimo alle 18.30: la vittoria, nel Palasport militellese, farà staccare alla Sie-Fer il "pass" per la finale playoff.
Questi i parziali della gara, arbitrata dagli ennesi Davide Di Dio Perna e Agatino Massimino: 12-25 (17'), 15-25 (20'), 24-26 (25'). Per il Meeting Troina sono scese in campo: Litteri, Pappalardo, Testa, Trovato, F. Villante, R. Villante e Toneri. La formazione della Sie-Fer: Anzalone, Blanco, Calì, Campo, Mangiarratti, Ripa, Romania, Toro I e Toro II. (*alma*)

giovedì 7 aprile 2011

MILITELLO: Rotatorie segnalate sulla Catania-Gela

Il tanto atteso completamento dei lavori di ristrutturazione dell'edificio Bisicchia potrebbe concretizzarsi nella prima metà dell'estate. Questo è quanto conferma Mario Barresi, assessore comunale ai Lavori pubblici, facendo il punto della situazione sulla piccola struttura adiacente all'istituto comprensivo "Pietro Carrera", che dovrebbe mitigare in parte il problema dei doppi turni e l'attuale frequenza pomeridiana delle lezioni da parte degli allievi delle medie inferiori.
Intanto in questi giorni l'impresa appaltatrice avrebbe terminato il primo stralcio degli interventi, che hanno interessato la quasi totalità delle opere murarie interne. Con la seconda tranche di lavori si dovrà necessariamente intervenire sugli impianti idrici, elettrici e sanitari, mentre sono in corso le procedure per l'acquisto dei materiali necessari per la pavimentazione che dovrebbe essere messa in posa entro quindici giorni.
Venerdì prossimo, invece, nella sede comunale è previsto un summit sul "Bisicchia" al quale parteciperanno i direttori dei lavori del cantiere, le maestranze e le rappresentanze sindacali. (*alma*)

mercoledì 6 aprile 2011

CATANIA: Rotatorie segnalate sulla Catania-Gela

Segnaletica sulla Catania-Gela (© Foto Alfonso Magno)È stata migliorata la sicurezza degli automobilisti che giornalmente frequentano la strada statale 417 "Catania-Gela", tristemente conosciuta come la "strada della morte".

Dopo la costruzione di diverse rotatorie nei punti nevralgici del tracciato, in questi giorni il compartimento Anas di Catania ha provveduto a potenziare la segnaletica verticale con l'installazione di appositi portali e cartelli che avvisano dell'approssimarsi dei "rondò" con avvisatori luminosi lampeggianti.

I nuovi tabelloni sono stati collocati in entrambe le direzioni nei pressi contrada Fiumazza, tra i chilometri 66 e 67, e di contrada Maddalena, tra i chilometri 62 e 63. Un occhio di riguardo è stato garantito all'ambiente perché i grossi lampeggianti sono alimentati da apposti pannelli solari. (*alma*)

 

sabato 2 aprile 2011

MILITELLO: Calcio, Prima Categoria - Atletico Militello-Gymnica Scordia 0-0

Termina a reti inviolate l'atteso derby del Sud Simeto disputato davanti al pubblico delle grandi occasioni. Le due compagini, con già in tasca il "pass" per i playoff, hanno offerto novanta minuti di vero gioco, ma spezzettato dai numerosi falli e dai tanti infortuni. La prima frazione vede le due squadre studiarsi a vicenda, senza però riuscire ad impensierire gli estremi difensori. Nella ripresa Carlo Platania dispone i suoi a trazione anteriore, costringendo i padroni di casa ad arroccarsi in difesa per tentare la sorpresa in contropiede. L'ingresso di Marco Lanza cambia volto ai giallorossi, che riescono a "vedere" diverse volte la porta avversaria anche grazie alle continue folate offensive di Matei Vasile. Per lo Scordia sono Giuseppe Favara e Salvatore Scivoli a rendersi pericolosi in un paio di occasioni. (*alma*)

venerdì 1 aprile 2011

MILITELLO: Anticipo gara Atletico Militello-Scordia

Il derby calcistico del Sud Simeto tra Atletico Militello e Gymnica Scordia è stato anticipato dalla Lega nazionale dilettanti a domani, sempre alle ore 16. La dirigenza giallorossa informa che per l'attesa gara in scena al comunale di Piano Mole è iniziata la prevendita dei biglietti Siae. (*alma*)

giovedì 3 marzo 2011

MILITELLO: Carnevale. 3 giovedi'

Parte ufficialmente, quest'oggi, il Carnevale militellese. I primi appuntamenti prevedono, in piazza Municipio, un'animazione pomeridiana per i bambini (alle 17) e una serata danzante (alle 22) con la rotazione musicale di Giorgio Ferraro, Nico Dj Master, Salvo Blanco e Dj Peppe su musiche degli anni '70, '80 e ‘90. (*alma*)

martedì 1 marzo 2011

MILITELLO: Asilo Nido, sopralluogo degli ufficiali sanitari

Potrebbero accorciarsi i tempi per la riapertura dell'asilo nido di via XX Settembre, chiuso dal 2009. Ieri mattina, infatti, un sopralluogo congiunto tra Azienda sanitaria provinciale e comune di Militello ha definito le ultime "criticità" e gli interventi necessari per il definitivo completamento dell'opera ed il rilascio del "placet" alla fruizione di almeno quaranta bambini militellesi.
Il dirigente medico del distretto di Palagonia, Vincenzo Commendatore, ha apprezzato i lavori di finitura e tinteggiatura ma ha richiesto, come "conditio sine qua non", il rilascio da parte del dirigente tecnico del comune, Michele Dell'Uomini, di apposita documentazione attestante l'effettiva destinazione d'uso dei vari locali del plesso da adibire ad asilo nido. Mentre un "vespaio" che attenui le infiltrazioni di umido emerse negli ultimi tempi è in fase di completamento, sono state avviate le procedure per l'allaccio elettrico della struttura. Ora il rilascio da parte del Comune dell'ultima documentazione necessaria e l'esame della stessa da parte dell'Unità operativa di igiene pubblica potranno forse scrivere la parola "fine" al periodo di chiusura del nido militellese. (*alma*)

 

Torna all'Home Page di www.militello.info

© 2001-2010 by militello.info® | webmaster@militello.info

Tutto il contenuto del sito è coperto da Copyright

Il sito è ottimizzato per Internet Explorer 5™ ed una risoluzione 800 x 600.