Maresciallo dei Carabinieri, perse la vita in uno scontro a fuoco con malviventi in una terra non sua. Si trovava a Locate Varesino (Como) quando intercettò due pregiudicati: la sua vita si spense a 31 anni.

Nel 1998 il Presidente della Repubblica gli concesse, alla memoria, la Medaglia d'Oro al Valor Militare con la seguente motivazione:
"Addetto a nucleo operativo di Comando Provinciale, nel corso di predisposto servizio antirapina svolto unitamente a parigrado, intercettava due pericolosi pregiudicati a bordo di un'autovettura di provenienza furtiva. Percependo che gli stessi, avvedutisi di essere stati individuati, potessero sottrarsi al successivo controllo già predisposto con il concorso di personale di rinforzo, non esitava ad affrontare i malviventi, venendo però fatto segno a violenta azione di fuoco. Benché colpito in più parti del corpo, con eccezionale coraggio e non comune determinazione, replicava con l'arma in dotazione finché si accasciava esanime al suolo. Fulgido esempio di elette virtù militari e di altissimo senso del dovere, spinto fino all'estremo sacrificio".

Il 7 maggio del 2000, inoltre, il Comune di Trovo (Pavia), gli ha intitolato, con solenne cerimonia, la propria Sala Consiliare.

(A cura di P.S. Basso)

 

Torna all'Home Page di www.militello.info

© 2001-2005 by militello.info® | webmaster@militello.info

Tutto il contenuto del sito è coperto da Copyright

Il sito è ottimizzato per Internet Explorer 5™ ed una risoluzione 800 x 600.